Candice Huffine è la modella curvy più famosa del mondo ed ha delle misure incredibili: 90-60-90 per 1,80 centimetri ed un peso da 90 chili. Basta per eliminare in un sol colpo il falso mito della donna magra, unica a poter campeggiare sulle copertine. La testimonianza è data soprattutto dal fatto che è stata scelta per l'edizione 2015 dell'esclusivo Calendario Pirelli 2015 e si tratta di una decisione storica, perché sdogana la donna curvy anche in un prodotto che ha visto passare le donne più belle del mondo, Eva Herzigova, Nastassja Kinski, Carré Otis, Monica Bellucci, Gisele Bundchen e Laetitia Casta.

Candice Huffine, americana classe 1985, è la più richiesta nel settore plus-size, amata dagli addetti ai lavori e dai fruitori, richiesta anche nei talk show e nei programmi d'intrattenimento, la sua popolarità è destinata a crescere in maniera esponenziale. Il Calendario Pirelli 2o15 è in questo senso un'opportunità che arriva proprio al momento giusto, che potrebbe aprirle nuovi sbocchi in nuovi mercati (pare sia in trattative con una produzione per una commedia americana con un attore molto famoso). Il 2014 è stato per lei un anno spettacolare, celebrata anche su Vogue nel numero di aprile 2014, chiuderà l'anno in bellezza con il calendario che ci accompagnerà nel corso di tutto l'anno nuovo.

Il servizio fotografico per il Calendario Pirelli 2015 è stato già realizzato e Candice Huffine ha raccontato a "Vanity Fair" le sue impressioni:

Quando sono arrivata per lo shoot, avevo le lacrime agli occhi, questo cambia tante cose per una ragazza della mia taglia. Con me il mondo della moda non è stato crudele: al contrario lavoro da 15 anni e mi sono sempre sentita ben accolta.

The Cal 2015 è stato scattato a New York nel mese di maggio, le immagini sono disponibili in anteprima mondiale sul Vanity Fair di questo mese ed il filo comune che lega i 12 scatti è il feticismo. Tra le 12 modelle abbondano guêpière e bustier di latex, riferimenti alle icone degli anni '50, le magnifiche pin-up, gli stereotipi sexy della marinaretta, della ragazzina innocente, della cat-woman.