Il caso Pamela Prati ha portato l'attenzione dei media su un fenomeno preoccupante di questi tempi, vale a dire le truffe online, di cui sembrano essere state vittime anche molti personaggio del mondo dello spettacolo. Una di queste sarebbe Cecilia Capriotti, ex naufraga dell'Isola dei Famosi, che ha raccontato una sconvolgente testimonianza nel programma web di Giovanni Ciacci "Non Ditelo A Ciacci". In questo caso, la Prati, Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo (così come i fantomatici Mark Caltagirone e Simone Coppi) non c'entrano nulla, ma il caso è allarmante.

Il solito discorso: ti contattano via mail per proporti un lavoro e poi ti richiamano. Nel mio caso, mi ha contattata una certa segretaria per conto di questa persona molto importante che era a capo di alcuni alberghi in tutto il mondo. Un nome assolutamente inventato, ma mi mandava delle foto con una bambina piccolina, molto tenere. Lui fin dall'inizio mi ha parlato in modo molto confidenziale proponendomi di lavorare come assistente di pubbliche relazioni nei suoi alberghi. L'avevo già bloccato, dicendogli che faccio un altro tipo di lavoro.

La Capriotti plagiata, ha dato al truffatore 10mila euro

Nonostante i suoi tentativi di lasciar perdere, la Capriotti sarebbe stata contattata più volte dal truffatore e convinta della sua buonafede: "Ho parlato al telefono con questa persona. Parlava italiano un po’ incerto. Ha iniziato a raccontarmi la sua vita nonostante io gli dicessi che non ero interessata. Sono state chiamate di ore, dieci volte al giorno, il mio compagno credeva che io avessi un amante". L'uomo le avrebbe parlato in continuazione della figlia bisognosa di assistenza, tanto da persuaderla a inviargli del denaro.

 Mi prendeva proprio a livello di sentimenti. Lui aveva questa bambina, la sua compagna era morta durante il parto. Economicamente stava bene, abitava a Las Vegas, mi telefonava con WhatsApp. Te la faccio breve. Mi ha detto ‘se mi mandi dei soldi posso giocarli con delle giocate sicure in modo tale che io possa vincere e crescere mia figlia‘. Mi disse che sarebbe stato tutto legale e che me li avrebbe restituiti. Ci sono cascata perché mi è venuto il dubbio ‘questa persona non ha la moglie, deve crescere questa bambina'. Gli ho dato 10 mila euro. Ho fatto tutto da sola e infatti poi ho anche discusso col mio compagno per questa cosa. Sono entrata in un meccanismo tale che non ragioni più. Sei plagiata. Tutti i giorni mi diceva: "Mia figlia non può mangiare, non può andare a scuola".

L'uomo avrebbe cercando di violentare una collega

Dopo essersi resa conto della truffa, Cecilia è corsa dalla polizia e ha denunciato l'uomo, di cui non può fare il nome per via del procedimento legale in corso: "Si è spacciato per un altro, e già questo è un reato, e aveva già fatto altre truffe a personaggi importanti, calciatori e giocatori di basket". L'imbroglione risulterebbe in galera e l'avrebbe truffata da un carcere in Francia. E non è tutto: la Capriotti ha parlato anche di un'altra vittima italiana, che sarebbe stata addirittura aggredita.

Ha truffato anche una showgirl italiana. Non posso dire chi è lei: non solo l'ha truffata, ma ha cercato di violentarla. Non è una mia amica, è una conoscente. L'ho chiamata ed era ancora scioccata e traumatizzata. L'ho anche invitata a parlare oggi, ma non se l'è sentita.