Nozze rinviate per Charles Manson, il "Mostro di Beverly Hills". L'uomo colpevole di essere il mandante di una serie di omicidi tra i più efferati della storia d'America, avrebbe dovuto sposarsi in carcere con una sua fan, la 26enne Afton Elaine Burton, approfittando di un permesso speciale che però è scaduto giovedì. La licenza, ottenuta un anno fa, stabiliva che il matrimonio sarebbe dovuto avvenire appunto entro giovedì presso la California State Prison, a Corcoran. Nella giornata di giovedì nulla si è mosso, così lo coppia dovrà munirsi di una nuova licenza, qualora volesse coronare il proprio sogno.

La storia di Charles Manson è terribile e ricca di dettagli angoscianti. Un passato difficile, cresciuto da una madre prostituta, è finito presto in galera per reati federali (rubava auto e le rivendeva in altri Stati). Da lì un escalation di violenze continue, lo studio della magia nera, della manipolazione e della motivazione, che gli consentì di creare un gruppo di quasi 50 persone, che lo veneravano come un maestro. Condannato per essere stato il mandante dell'omicidio di sette persone, in un folle agguato dove perse la vita l'attrice Sharon Tate, incinta di otto mesi, moglie del regista Roman Polanski, Manson oggi sconta l'ergastolo alla prigione di Corcoran.

Afton Elaine Burton, in arte "Star" (così la chiama Manson, convinto sia "una stella della Via Lattea"), ha iniziato un rapporto epistolare con lui all'età di 19 anni. Nel 2007 decise di trasferirsi a Corcoran, per essere più vicina alla prigione dove Manson sta scontando la sua pena. Non è chiaro perché il matrimonio non si sia celebrato ancora, ma dal carcere fanno sapere che la signorina Burton sta venendo regolarmente a trovare il "suo" Charles.