"È duro scrivere tutto questo". Clara McGregor, la figlia di Ewan McGregor, pubblica un lungo sfogo su Instagram in cui rivela di aver subito uno stupro in anni in cui la sua battaglia era principalmente rivolta a superare la tossicodipendenza e ristabilire la sua salute mentale. La modella 23enne ha condiviso la sua storia sui social media utilizzando toni crudi e diretti.

La confessione di Clara McGregor

Clara McGregor rivela di non aver mai parlato fino a ora per vergogna e perché aveva paura di aprirsi. Ha preso la decisione di raccontare tutto per uscire fuori da "uno stato di ansia" e per essere da esempio alle persone che, come lei, si trovano in questa condizione.

Voglio prendermi questo tempo per parlare della mia salute mentale. Mi sono vergognata così tanto che non ho mai parlato di nulla nemmeno agli amici. Soffro di ansia paralizzante da quando avevo 4 anni, sono andata in terapia sin da piccola. Lavoro su me stessa da sempre e continuo a farlo.

A questo punto, Clara McGregor racconta di come l'ansia le abbia impedito "di vivere la vita che volevo condurre". Si è sentita sempre di più chiusa in una gabbia, ha utilizzato farmaci come il Lexapro, che l'hanno aiutata in un primo momento:

Mi è stato detto da un medico che non potevo vivere in questo modo e aveva ragione. Ho lottato con l'abuso di sostanze, come lo Xanax, oggi sono orgogliosa di poter dire di essere pulita da 110 giorni. Sono stata al Cirque Lodge, ho incontrato persone meravigliose che mi hanno cambiato la vita. Mi vergognavo così tanto della mia dipendenza, della mia ansia e della mia depressione.

Il racconto dello stupro

A questo punto, in quello che è a tutti gli effetti un flusso di coscienza, Clara McGregor fa menzione degli stupri da parte di "un uomo". Non dice altro, ma rivela che non si è trattato di un caso isolato.

Mi sono vergognata degli abusi che ho lasciato avvenissero. Mi incolpavo per i lividi, per gli occhi neri, gli stupri e gli attacchi ripetuti che un uomo mi ha fatto, e non ho mai detto niente. Ora però sto recuperando il potere di dire e fare. Ho avuto un anno difficile, ma adesso ho capito chi sono. Adesso mi sento amata e benedetta. È stato difficile per me aprirmi, quindi andateci piano con me adesso.