È un momento d'oro per Luca Argentero. L'attore è reduce dallo straordinario successo della fiction Doc – Nelle tue mani. Se la vita professionale gli sorride, altrettanto fa quella privata. Presto, infatti, diventerà papà. Lui e la sua compagna Cristina Marino aspettano una femminuccia, che nascerà a maggio. L'attrice e modella si è raccontata in un'intervista rilasciata al settimanale Gente.

Cristina Marino e Luca Argentero non litigano mai

Anche in gravidanza, Cristina Marino non rinuncia all'attività fisica: "Luca vorrebbe che mi fermassi. Ma davvero non ce la faccio". Ha confidato, infatti, che tenendosi in movimento e facendo attività fisica, riesce a essere di buonumore. Tra le attività che preferisce c'è lo yoga, ma ama anche tenersi impegnata coltivando l'orto, cucinando e facendo le pulizie. Per lei, come per Argentero, la bambina che sta per nascere sarà la primogenita. Entrambi, però, sognano una famiglia numerosa. Nella loro relazione, si ispirano ai rispettivi genitori, che sono ancora innamorati come il primo giorno:

"Mi piacerebbe avere tre di figli. Sono giovane e ho tutto il tempo. Se fosse per Luca, che è un entusiasta, metteremmo al mondo un’intera squadra di calcio. Veniamo entrambi da famiglie i cui genitori sono ancora innamorati dopo tanti anni. Credo che questo esempio sia fondamentale nel costruire una coppia duratura: io e lui condividiamo gli stessi interessi e ci divertiamo senza litigare mai. Luca è, prima di tutto, il mio migliore amico".

La gravidanza ai tempi del Coronavirus

Cristina Marino, come tante altre donne in dolce attesa, sa perfettamente di stare vivendo questa esperienza in un periodo decisamente delicato: "Tante ragazze mi scrivono che stanno vivendo la gravidanza con tristezza e scoramento in questo periodo, ecco io spero di poterle consolare un po'". La Marino, seppure dispiaciuta all'idea di far nascere sua figlia mentre è in corso l'emergenza Coronavirus, cerca di essere ottimista:

"Anche a me dispiace far nascere mia figlia in un momento così, ma sono sicura che questo ci renderà più forti. Cerco di vedere il lato positivo, anche se mi manca moltissimo mia madre e la possibilità di abbracciarla, con il pancione, prima che la piccola venga al mondo".

Infine, ha spiegato che a causa delle disposizioni previste per ridurre o scongiurare il rischio del contagio, Luca Argentero non potrà assistere al parto. Avrebbe voluto averlo al suo fianco in quel momento tanto importante per entrambi: "Vorrei tanto che Luca potesse assistere alla nascita di nostra figlia, ma non so se sarà possibile. Purtroppo, a causa dell'emergenza sanitaria, i papà non possono accedere alle sale parto, ma vedremo".