L'attore Cuba Gooding Jr è stato accusato di aver violentato una donna due volte nel 2013. Martedì è iniziata la causa civile intentata da una donna anonima che afferma di essere stata violentata in una stanza d'albergo, il Mercer Hotel, a New York. L'attore si difende attraverso le parole del suo avvocato: «Non abbiamo mai ricevuto la denuncia, ma le accuse sono completamente false». Non è la prima volta che l'attore viene accusato di molestie da una donna, nel 2019 fu anche arrestato per l'esistenza di prove video.

L'arresto nel 2019

L'attore, premiato con l'Oscar come miglior attore non protagonista per il film "Jerry Maguire" (1997), è stato già accusato di molestie e abusi sessuali di terzo grado per il quale l'attore è stato già arrestato. In quel caso, i video di sorveglianza del Magic Hour Rooftop Lounge di New York, dimostrarono che l'attore aveva effettivamente molestato la donna: nei video si vede l'attore che piazza la sua mano sulle gambe di lei, imbarazza e costretta più volte a respingerlo.

Le nuove accuse

Il modus operandi di Cuba Gooding Jr appare sempre lo stesso. La donna sostiene di aver incontrato l'attore in una lounge al Greenwich Village. L'attore così invita la donna a bere qualcosa, la donna avrebbe cercato poi di lasciare la stanza ma lui glielo avrebbe impedito.

Più di 30 donne si sono fatte avanti

L'attore deve affrontare in tutto sei capi di imputazione per aver toccato tre diverse donne in diversi locali notturni a New York. Ma più di trenta donne, secondo le richieste arrivate ai pubblici ministeri in tribunale, si sarebbero fatte avanti con accuse simili e le indagini starebbero proseguendo. Cuba Gooding Jr si è sempre detto estraneo ai fatti e non colpevole, vittima di una macchinazione orchestrata ai suoi danni per rovinargli la carriera. Una carriera che non prende più il volo da troppo tempo. Il suo ultimo film risale ormai al 2014, "Selma – La strada per la libertà".