E' stata una giornata da dimenticare, una delle più brutte della sua vita, per l'attrice americana Danièle Watts che prima è stata scambiata per una prostituta e poi è stata arrestata dalla polizia di Los Angeles. Tutto è successo poiché l'attrice – una bella donna di colore – si trovava in strada a baciare un uomo bianco tatuato: qualcuno, infatti, potrebbe aver avvertito le forze dell'ordine, riferendo che si trattava di una prostituta alle prese con uno dei suoi clienti, che così sarebbero intervenute per arrestare la donna, senza però riconoscerla. Poi sarebbe stata ammanettata e trasferita in carcere: nessuno, però, si sarebbe acconto che si trattava della nota attrice Danièle Watts, nota soprattutto per "Django Unchained". Ma quello che più stupisce è che quell'innocente bacio tra i due fosse, per la precisione, tra lei e suo marito Brian James Lucas, dunque non con un uomo qualunque né tanto meno con un "cliente", come qualcuno potrebbe aver insinuato prima di avvertire la polizia di Los Angeles.

L'attrice stava baciando suo marito Brian James Lucas

Il Dipartimento di Polizia di Los Angeles ha chiarito la dinamica dei fatti spiegando che i militari avrebbero risposto ad una segnalazione che denunciava "atteggiamenti indecenti" posti in essere da "un uomo e una donna all'interno di una Mercedes con la portiera aperta". E così, arrivati sul posto, senza troppi giri di parole, i militari li avrebbero ammanettati poiché i "due soggetti rispondevano alla descrizione dei sospetti". I due, stando sempre alle dichiarazioni della polizia, sarebbero stati "posti in stato di arresto per breve tempo". L'attrice, stando alle prime ricostruzioni, in un primo momento si sarebbe rifiutata di consegnare i suoi documenti alla polizia poiché certa di non aver fatto niente di male. Suo marito, tra l'altro, ha ripreso ogni cosa e l'ha postata sui social per denunciare il comportamento della polizia di Los Angeles che li avrebbe ammanettati soltanto per un innocente bacio. Tra i film di cui è stata protagonista Danièle Watts ricordiamo "Something Like a Business", "Before Dawn Breaks", "Django Unchained", "The Bloody Indulgent" ma anche "Dulce", "Room in LA" e "ColorLines".