Davide Mengacci ha rilasciato un'intervista al settimanale ‘Nuovo'. Il celebre conduttore è tornato a parlare del rapporto con il figlio Rudy Zerbi. Ha spiegato che non avranno modo di trascorrere il Natale insieme. I due non riuscirebbero a incastrare i reciproci impegni lavorativi: "Rudy ha figli sparsi in tutta Italia, lavora a Roma e a Milano, dove abito io, viene pochissimo. Di solito arriva il weekend, quando sono in giro per l’Italia a lavorare. E ciò rende difficile la frequentazione".

Il tentativo di creare un rapporto con il figlio

Rudy Zerbi aveva poco più di trent'anni quando ha scoperto di essere figlio di Davide Mengacci. Dato che era già adulto e con una personalità definita, non è stato semplice costruire un rapporto con lui. Il conduttore ha spiegato che la lontananza e dunque il vedersi di rado, non li aiuta a recuperare il tempo perso:

"Quando questo è accaduto, Rudy aveva una trentina d'anni. Era un uomo con un carattere, una personalità ben formata e un'educazione che non gli avevo dato io. Bisogna creare un rapporto, altrimenti non sta in piedi nulla. Noi lo stiamo ancora cercando, anche se i presupposti per costruire qualcosa di solido ci sono. La lontananza, però, certo non ci aiuta".

Come Zerbi ha appreso di essere figlio del conduttore

In un'intervista rilasciata lo scorso febbraio a ‘Verissimo', Rudy Zerbi ha raccontato come ha appreso di essere figlio di Davide Mengacci. A fargli questa rivelazione fu la madre, dopo aver scoperto di essere gravemente malata. Zerbi non dimenticherà mai quella vigilia di Natale che sconvolse la sua vita:

“È stato un colpo pazzesco scoprire, vedendo la tv una vigilia di Natale con mia madre, che Davide Mengacci era mio padre. Mia mamma aveva appena scoperto di avere un brutto male e non voleva lasciarmi senza che io sapessi un pezzetto della mia vita e del perché io avessi questa passione per l’arte”.