Buckingham Palace (Getty Images)
in foto: Buckingham Palace (Getty Images)

Un dipendente di Buckingham Palace, residenza ufficiale della Regina Elisabetta, è risultato positivo al Coronavirus. Lo scrive il tabloid inglese Sun che scrive che l'uomo è risultato positivo a un test fatto quando la Regina era ancora nella sua residenza londinese. La Regina si sarebbe spostata nel castello di Windsor subito dopo la diagnosi e pare che stia in buona salute, stando alle fonti reali che cita lo stesso tabloid. Il Coronavirus ha cominciato a preoccupare anche la Gran Bretagna che comincia a contare in maniera esponenziale i contagiati e anche i morti, purtroppo.

La regina non è più a Buckingham Palace

Il dipendente della residenza reale ha cominciato a sentirsi male la scorsa settimana e poco dopo è risultato positivo. A quel punto tutti i membri dello staff che erano entrati in contatto con l'uomo sono stati messi in auto quarantena, ma stando a quanto riporta il Sun non è chiaro che ruolo avesse il dipendente e quale fosse il suo grado di vicinanza alla Regina: "Il lavoratore è risultato positivo al test prima che la Regina andasse a Windsor, ma il Palazzo ha 500 membri dello staff, quindi non è inconcepibile che qualcuno sarebbe stato colpito prima o poi" ha detto una fonte al Sun.

Prese tutte le azioni per proteggere gli impiegati

Un portavoce di Buckingham Palace ha spiegato di non voler commentare sui singoli membri dello staff spiegando che sono state intraprese tutte le azioni necessarie per proteggere tutti gli impiegati e le persone coinvolte, in linea con quelle che sono le linee generali da seguire in questi casi. La Regina, quindi, per adesso resterà assieme a Principe Filippo a Windsor. In tanti, però, si aspettano che a breve possa tenere un discorso alla Nazione, come le sta consigliando qualcuno spiegando che sarebbe importante per placare l'ansia che sta montando nel Paese in questi giorni.