Una relazione che sembrava destinata a durare, che era nata all'improvviso, nella casa del Grande Fratello Vip, ed era divampata spazzando via le ceneri di rapporti passati, come quello di Jane Alexander con Gianmarco Amicarelli.

Eppure, la storia tra Jane ed Elia Fongaro è durata come un gatto in tangenziale e oggi è l'ex velino di Striscia la Notizia a volerne parlare, togliendosi qualche sassolino dalla scarpa, visto che, a suo dire, la rottura è stata generata dalla cattiva di Elisa di Rivombrosa e senza apparenti avvisaglie di crisi:

C’erano alcune divergenze di vedute tra noi. Non entro nello specifico perché, pur essendo un personaggio pubblico, credo che alcuni aspetti della vita privata vadano preservati. Quel che contesto e che non posso accettare è quel suo post su Instagram. Mi ha lasciato agghiacciato. Mi aveva inviato una preview e poi quel post l’ha effettivamente pubblicato. C’erano alcune divergenze tra di noi, ma non credevo fossimo a quel punto. Si era risentita, per esempio, perché quel giorno ero andato al mare a casa di un mio amico per provare un’automobile. Quando mi aveva inviato l’anteprima del post, le avevo detto di non fare polemica e l’avevo invitata al lago per l’indomani.

Il post Instagram della discordia

Pare che sia stata una rottura alquanto tempestiva e i reali motivi, senza dubbio, li sapranno solo loro due. A Elia, che si è confessato sulle pagine di Vero, resta una sola convinzione, ovvero che tra i due fosse lui, seppure più giovane, il più maturo: "Mi restano un po’ di perplessità a proposito del suo modo di agire. È una donna di 46 anni, forse non aveva ragione che sosteneva che lei fosse la più matura tra i due. Per me resta una persona straordinaria ma agire in quel modo mi sembra sia una caduta di stile. È una donna che invece avrebbe tanto da insegnare”.

L'ex Gianmarco Amicarelli lascia la porta aperta

Nel frattempo l'ex compagno di Jane Alexander, Gianmarco, ha dichiarato a Spy che, come insegnava Califano, non esclude un ritorno: "Io, onestamente, non credo che Jane possa tornare sui suoi passi ma se lo facesse beh, io la porta non la chiudo, vedremo quel che succederà. Chiudere una porta dopo due anni intensi come quelli che abbiamo vissuto noi non è facile come si può pensare. Poi laddove Jane tornasse non è detto che torni tutto com’era, anche se nell’ultimo periodo ho imparato a dare un certo peso alla regola del ‘mai dire mai’”.