Una volta scoperchiato il vaso di Pandora non c'è più modo di chiuderlo e di far rientrare tutto quello che, inaspettatamente, continua a venire fuori. Il caso delle cosiddette truffe romantiche, sebbene fosse già noto, è letteralmente esploso con la vicenda di Pamela Prati. Da qui, molti personaggi dello spettacolo hanno confessato di essere stati vittime di raggiri di questo genere ed Emanuela Folliero non è stata esente, tanto che ha raccontato la sua storia a Storie Italiane.

Vittima di una truffa

Durante il programma condotto da Eleonora Daniele su Rai 1, l'ex signorina buonasera e volto dei Bellissimi di Rete Quattro, Emanuela Folliero, ha confessato di essere stata vittima, qualche tempo fa, di una truffa sul web. Una donna l'aveva contattata, tramite una mail in inglese, fingendosi l'ex protagonista della saga 007, ovvero l'attore Pierce Brosnan. La showgirl racconta nei dettagli quello che le è accaduto:

Mi arriva questa mail in inglese. Lui mi racconta che stava girando un film in Toscana e che gli ricordavo sua moglie Cassandra, morta per un tumore. Voleva sapere se avevo conoscenze per cercare casa in Toscana. Gli ho chiesto delle foto per confermare la sua identità. Per fortuna, ho degli amici che si interessano di queste cose. Hanno fatto una brevissima indagine con la polizia postale. Si è scoperto che era una donna italiana, già incriminata per truffa e raggiri.

Il commento sul caso Prati

Questa verifica immediata le ha permesso di poter denunciare subito colei che l'aveva raggirata, evitando di rientrare in un circolo vizioso, con l'altissima probabilità di perdere danaro fidandosi di personaggi senza scrupoli, capaci di tutto con il solo scopo di lucrare ai danni del prossimo. Non poteva mancare un commento sulla vicenda che da mesi sta monopolizzando la televisione italiana. Il cosiddetto Pamela Prati Gate è, come è normale che sia, nell'occhio del ciclone e ha coinvolto parecchi volti dello spettacolo. Alla domanda, posta dalla conduttrice, su quale opinione si fosse fatta della questione, avendo lei stessa vissuto una situazione similare, la Folliero ha risposto: "Io mi sono fatta un'idea. Questa storia ha stancato. La legge farà il suo corso. Hanno usato un mezzo molto potente, il web. Gli si è rivolto contro. Avranno, per sempre, una sorta di ergastolo internet. Questa è la vera punizione".