Emma Quartullo, la 24enne figlia di Elena Sofia Ricci e Pino Quartullo, l'abbiamo vista di recente nella fiction di Rai1 "Vivi e lascia vivere" dove interpreta la protagonista Laura, da giovane. Volto del nuovo prodotto della rete ammiraglia del Servizio Pubblico è proprio sua madre, alla quale la giovanissima interprete è molto legata, sebbene già da qualche anno non vivano più insieme, come racconta lei stessa in un'intervista rilasciata al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni.

Il lavoro da baby sitter per pagare le bollette

L'indipendenza dalla famiglia è una delle brame di tutti i ragazzi di oggi e anche per Emma Quartullo è stato così. Durante gli anni di università, infatti, quando frequentava il DAMS nella sede di Roma Tre, ha deciso di vivere per conto suo, lasciando così la casa in cui viveva con la madre e trasferendosi a casa della nonna. Una scelta che, però, l'ha fatta scontrare con una ‘dura' realtà, quella di dover badare completamente a sé stessa, senza il supporto economico della madre, almeno per quanto riguarda le spese domestiche:

Quando frequentavo l’università ho iniziato a vivere con mia nonna a cui ero legatissima e che è scomparsa qualche anno fa. Ho deciso di rimanere nella sua casa a Trastevere e adesso per mantenermi e pagare le bollette faccio la babysitter. Mia madre mi ha avvertita: ‘Non è che vivi da sola e io ti pago le spese…'. A parte questo, però, sono anche viziata eh.

Il rapporto con Elena Sofia Ricci

Una vera e propria presa di responsabilità da parte dell'aspirante attrice, che però non ha mai inasprito i rapporti con sua madre, anzi, da sempre hanno un legame fortissimo, sebbene entrambi i genitori abbiano cercato più volte di sedare quel suo carattere così vivace. Proprio il suo carattere, però, l'ha aiutata ad individuare la strada da intraprendere, infatti, ha deciso di seguire le orme materne e lavorare nel mondo dello spettacolo, ma le preme sottolineare il "senza raccomandazioni". Ed è così che parla di questo intenso legame madre-figlia che sfocia anche nel lavoro:

Per fortuna non ho mai avuto conflitti con mia madre. Anzi siamo molto unite e più divento adulta più si consolida il nostro legame. Lei ascolta e dialoga molto, una cosa che Laura non fa. Mamma è stata severa quando ero al liceo perché non ero una studentessa modello. Volevo uscire sempre. Ero una caciarona. Sia lei che papà hanno cercato di mettermi in riga, in parte riuscendoci.