Sono passati sette anni da quando Vigor Bovolenta, centrale della nazionale italiana di pallavolo, morì in seguito ad un malore improvviso avuto proprio durante una partita di campionato. Quattro figli rimasti orfani di padre, che sono poi diventati cinque, visto che sua moglie, Federica Lisi, scoprì pochi giorni dopo la morte di Bovolenta di essere nuovamente incinta.

Un percorso lungo, quello dell'elaborazione del lutto, che Federica Lisi ha affrontato anche raccontandosi, attraverso un libro uscito diversi mesi dopo il decesso dell'atleta. Ma a distanza di anni Federica Lisi ha anche ritrovato la serenità dal punto di vista sentimentale, in seguito all'incontro con Pia Tuccito, autrice del noto brano "E…" di Vasco Rossi.

In una intervista rilasciata al quotidiano Libero, Lisi ha raccontato questo incontro e l'impatto che ha avuto sulla sua vita: "Con Pia la mia vita è cambiata completamente. Noi ci siamo incontrate casualmente al “Roxy Bar” da Red Ronnie. Io le ho regalato il mio libro e lei il suo singolo. Sentendo le sue canzoni ci siamo rese conto che l’intreccio delle nostre vite era perfettamente magico".

Complessa la strada che ha dovuto percorrere, un tragitto impervio, disseminato da dolore e insicurezza: "Non è facile aprirsi e affrontare la vita non da vittima ma da protagonista; credere che la vita ti può ancora regalare momenti straordinari basta saperli cogliere e vivere con libertà". Oggi Vigor resta con lei, ma in un'altra forma, quella che disegna la sua vita in questo momento.

Con la compagna Federica Lisi prova a trasformare il groviglio di sensazioni che prova e ha provato negli ultimi anni in uno spettacolo teatrale dal titolo "Ioelei", che racconta come un'avventura folle: "Mi sono buttata completamente in un’altra vita e sono molto serena. Provo sensazioni ed emozioni bellissime […] Il nostro è un rapporto puro. Siamo due donne con quattro palle".

Anni fa, in corrispondenza dell'uscita del suo libro, Federica Lisi aveva anche parlato in maniera più approfondita di come il quinto figlio, Andrea, si fosse presentato come un dono: :

Andrea è venuto in un momento in cui stavo crollando. Credere in Dio? Ho iniziato a credere in Bobo. Quando ho scoperto di essere incinta di Andrea ho pensato: "Questo è Bobo".