Fiorello risponde sulle pagine del settimanale in Chi alla domanda su chi o cosa l'abbia convito a partecipare al Festival di Sanremo 2018. "La mia partecipazione a Sanremo? È merito di mia moglie Susanna. È stata lei l'angelo che mi ha spinto ad alzarmi dal divano e andare. Era sicura che sarebbe andata così" ha commentato il noto showman, che da 22 anni è in coppia con la sorella della cantante Marjorie Biondo.

Con questa dichiarazione d'amore (pubblicata dal settimanale Chi nel numero in edicola da mercoledì 14 febbraio) Rosario Fiorello ha voluto ringraziare la moglie Susanna, che lo ha condotto per mano fino al palco dell'Ariston, dopo l'invito di Claudio Baglioni pervenuto, stando a quanto riportato dallo stesso Fiorello, attraverso un messaggio su Whatsapp. La condivisione di quella che è stata la trionfale esibizione che ha segnato il Festival dei record avviene tutta in famiglia per il Rosario nazionale, che nella città dei fiori ha ritrovato il suo pubblico televisivo.

Pubblico che ancora una volta ha richiesto a gran voce la sua presenza in Rai, visto il ritiro dalle scene televisive e la ritrosia nel voler tornare a fare il vero varietà, come solo lui sa fare, sul piccolo schermo. Alla domanda se farebbe un Festival tutto suo, Fiorello ha maliziosamente risposto: "Un Festival senza cantanti sarebbe meraviglioso anche perché non ci sarebbe nessuno da presentare, che è la cosa che proprio non so fare".

E se sul palco dell'Ariston ha rimarcato, in modo ironico, che il direttore generale Rai, Mario Orfeo, l'avrebbe pagato in Bitcoin e per la serata finale ne avrebbe dovuti sborsare ancora tanti, motivo per il quale probabilmente la sua presenza è stata ridotta a un intervento telefonico, il credo generale è che l'impossibilità di vederlo in tv non può essere solo legato a una questione di soldi.