Compirà un anno tra circa un mese la piccola Vittoria, figlia di Davide Astori e Francesca Fioretti. La bambina, prima figlia della coppia, è nata nel febbraio 2016 ma, sebbene così piccola, è già riuscita a rivoluzionare completamente la vita di sua madre. Dal momento in cui è rimasta incinta, Francesca si è gradatamente allontanata dal mondo dello spettacolo. Nonostante la carriera lanciatissima dopo la sua partecipazione al “Grande Fratello” – fu eletta la più bella concorrente nella storia del reality – e gli impegni in tv e nel campo della moda sempre più pressanti, la Fioretti non ha esitato a mettere in pausa la sua vita per curare esclusivamente il benessere della sua bambina. “Niente tata, ci penso io” aveva dichiarato quando era ancora in dolce attesa, e ha mantenuto la promessa.

L’unico modo per tenersi in contattato con lei e sbirciare nella sua nuova vita è attraverso i social network ma, anche in quel caso, la Fioretti concede pochissimo. Dal momento in cui è nata Vittoria, il suo tempo è esclusivamente dedicato alla bambina, tanto che i social vengono aggiornati con molta lentezza.

Francesca Fioretti: “Il lavoro passerà in secondo piano”

Francesca non aveva fatto mistero del suo desiderio di crescere sua figlia in prima persona. Sebbene impegnata con il lavoro, aveva dichiarato a “Vanity Fair” che si sarebbe presa tutto il tempo necessario per fornire solide basi a sua figlia, prima di tornare a concentrarsi su tutto il resto:

Cercherò di prendermi tutto tempo che mi serve. Io mi reputo una persona un po' all'antica, molto attaccata alla famiglia. Certo, è importante il lavoro e ci tengo tanto alla mia indipendenza, ma col figlio si crea un legame talmente profondo da relegare tutto il resto in secondo piano. Voglio crescerlo io e ce la metterò tutta, non ho alcuna intenzione di lasciarlo con una tata per giornate intere.

Anche sul legame con Astori, e futuro matrimonio, aveva dimostrato di avere le idee chiare:

La priorità adesso è un'altra, anche se le nozze restano comunque un progetto per il futuro. Intanto mi voglio vivere il presente e stare con Davide.