A pochi giorni dal ricovero, reso necessario da quella che sembrerebbe essere stata una reazione allergica,  le labbra di Francesco Chiofalo sono tornate normali. L’influencer romano è stato fotografato a un evento con il volto rilassato, privo dei rigonfiamenti che lo avevano preoccupato la scorsa settimana. Sembrerebbero essere rientrati gli effetti del problema che lo aveva agitato spingendolo a rivolgersi al pronto soccorso alla ricerca di cure. Chiofalo ha raccontato dettagliatamente quanto gli è accaduto, documentandolo attraverso una serie di video postati sui social network. “I medici non hanno capito che cosa ho” aveva spiegato su Instagram subito dopo essere stato dimesso. Di qualunque cosa si sia trattato, Chiofalo sembrerebbe avere superato quel momento di forte difficoltà senza conseguenze.

Il video girato con le labbra coperte

Risalgono a soli due giorni fa i video girati da Chiofalo con il viso coperto. Con un fazzoletto sul volto, utilizzato per coprirsi le labbra, Francesco aveva ammesso di non sentirsi a suo agio e di avere per questo deciso di non mostrare la parte inferiore del viso: “Sembra non sia nulla di grave, ma le labbra e il viso non si sono ancora sgonfiati, non è un'allergia..non hanno ancora capito perché mi sono gonfiato così. Dovrò tornare lunedì in ospedale per altri accertamenti. Se si continuano a gonfiare devo andare nel pronto soccorso più vicino, perché se mi si gonfia la lingua potrei soffocare”.

Il ricovero di Francesco Chiofalo

Chiofalo era stato ricoverato il 28 novembre scorso, in tarda serata. Le labbra eccessivamente gonfie, come per effetto di una pesante reazione allergica, lo avevano spinto a rivolgersi al pronto soccorso. Allarmato, aveva documentato l’accaduto mostrando il viso gonfio e riprendendosi anche dopo l’ingresso in ospedale. “Guardate cosa mi è successo alle labbra. Guardate le mie labbra” diceva allarmato in quei primi video “Sto andando al pronto soccorso. Non so cosa mi sia successo. Mi sono gonfiato tutto. Sono pieno di macchie. Le labbra mi si sono gonfiate all’improvviso. Sto correndo al pronto soccorso. Sono molto preoccupato”. Qualche ora dopo, il romano ha denunciato di essere stato bullizzato per avere deciso di condividere quel delicato momento di vita e si è difeso:

Gli altri influencer invece raccontano una vita che non esiste, una vita perfetta fatta di belle macchine e bei vestiti, dove loro sono sempre perfetti. Una perfezione così lontana dall’essere umano che è quasi incredibile, ma viene elogiato questo qui sui social. Le persone vere come me, che non hanno paura di emozionarsi, di far trasparire quello che sentono, vengono distrutte, massacrate. Sinceramente, non mi sento più tanto bene. Sto molto giù. Non riesco a capire tutto questo accanimento contro di me, solamente perché non ho paura di farmi vedere come un essere umano normale. Solamente perché sono umile e perché quando sono triste piango, quando sto male sono preoccupato, quando sono felice rido. Solamente perché non mi sforzo di farmi vedere come un perfettino del cazzo, come invece fanno gli altri influencer, che sono più falsi della banconota da 4 euro.