Francesco Nozzolino ha deciso di farsi operare. Lo ha raccontato nel corso dell’ultima puntata di Pomeriggio5 andata in onda, assistito da due professionisti del settore, i professori Lorenzetti e Sorrentino che lo aiuteranno a tornare in forma. Nozzolino non si sottoporrà a un bypass gastrico ma a un’aspirazione del grasso, un intervento che rimodella le zone del corpo interessate dal maggior accumulo di grasso. Il peso in eccesso, però, dovrà perderlo da solo modificando le sue abitudini alimentari.

Perché Nozzolino ha deciso di operarsi

È stato lo stesso Francesco a spiegare in un video i motivi che lo hanno spinto a ricorrere alla chirurgia: “Siamo liberi di fare quello che vogliamo con il nostro corpo. Se non ci piace, lo si può cambiare. Ho parlato con Lorenzetti e abbiamo deciso di modificarmi, vuole rimodellarmi. Intanto ho ricominciato la dieta e sono tornato in palestra in previsione dell’intervento”. Ma Sorrentino lo ha ammonito: “La parte difficile comincerà dopo l’intervento perché dovrà cambiare il suo stile di vita, imparando a mangiare”. Si è detto dello stesso avviso Lorenzetti, il medico che lo opererà:

L’intervento che farà Nozzolino servirà a eliminare delle localizzazioni di grasso dalla regione mammaria o sulla pancia, ma il peso dovrà perderlo seguendo i consigli del professor Sorrentino.

 

Francesco Nozzolino pesava 200 chili

Nato a Sarno nel 1990, Nozzolino ha reso nota la sua storia in un’intervista rilasciata nel 2017 al settimanale Nuovo Tv. Fin da bambino è stato sovrappeso, ma le difficoltà vere sarebbero arrivate nel 2011 con la morte della madre: “La sua salute è sempre stata cagionevole ed è peggiorata di anno in anno. Una domenica mattina di marzo del 2011 provò a telefonarmi. Non riuscirò mai a perdonarmi di non aver risposto a quella chiamata. Dopo mezz’ora arrivò la telefonata dell’ospedale che annunciava la sua morte”. Il senso di colpa lo avrebbe spinto a rifugiarsi nel cibo, suo unico conforto: “Solo mangiando riuscivo ad affrontare il mio dolore. Ero già cicciottello, ma giorno dopo giorno mi sono ritrovato a pesare quasi due quintali”.