Gabriel Garko si è raccontato in una lunga intervista rilasciata al settimanale ‘Chi'. L'attore ha spiegato che negli ultimi tempi la sua vita è profondamente cambiata. Ha avvertito, infatti, il desiderio di ritirarsi per un po' dalle scene per mettere in ordine i suoi pensieri e ritrovare se stesso. Garko ha parlato di un cambiamento anche a livello affettivo, senza però fare riferimento esplicito alla relazione con Adua Del Vesco:

"Sono cambiate tantissime cose nella mia vita, sia dal punto di vista affettivo, sia dal punto di vista lavorativo. Mi sono ritirato per un po' dalle scene, e in questo periodo di ritiro mi sono finalmente ritrovato e sono tornato più forte di prima".

I motivi del momentaneo ritiro

Gabriel Garko ha dichiarato di aver sentito la necessità di mettere in pausa la sua carriera per ritrovare la pace interiore ormai smarrita. Ha compiuto un percorso di ricerca fatto di amici e libri, fino a giungere a una importante conclusione: "Ho trovato una pace interiore che prima tutto sommato non avevo, grazie a persone amiche e a libri sul pensiero e sulla fisica quantistica. Ho tagliato via i rami secchi, ho messo virgole dove serviva un punto e vicino a me ho scelto di avere solo due tipi di persone: quelle con le quali sto bene e condivido tutto e quelle di cui beneficio a uso e consumo".

L'amore e l'assenza del desiderio di paternità

Gabriel Garko, seppure senza fare riferimento a relazioni specifiche, ha parlato della sua paura dell'amore e dell'assenza del desiderio di diventare padre: "Sono profondamente spaventato dall'amore e, mai come oggi, non so più se è meglio darsi o egoisticamente ricevere e basta. Non mi importa nulla del tempo che passa e l'idea che uno debba sposarsi e fare figli entro una certa età per compiacere una parte della società, mi dispiace, ma non fa per me".

La leggenda sull'omosessualità

La nuova consapevolezza dell'attore passa anche da un distacco dai social di cui non apprezza "la cattiveria dilagante". Infine, ha negato con forza di essersi mai fidanzato "per contratto" ed è tornato a parlare della leggenda secondo la quale sarebbe omosessuale. Se in passato si è preso la briga di smentire, d'ora in poi non ha più voglia di farlo:

"Mai avuto un contratto per una storia ma non mi meraviglio. Di me, in fondo, si è sempre detto di tutto. Compresa la leggenda sulla mia omosessualità. Di smentire non ho più voglia. Chi è risolto non avrà mai bisogno di tacciare qualcun altro di quello che non è, come se poi fosse deplorevole essere omosessuale. Mi fanno soffrire le cose brutte e false. La cattiveria dilagante sui social mi fa paura ed è anche per questo che posto molto meno. Non voglio far parte del gioco al massacro e della condivisione forzata. La mia bellezza? È stata sempre un limite, ma più per gli altri che per me. Il tempo passa per tutti e non ne farò di certo una malattia".