Sono entrati a Temptation Island mano nella mano, sicuri che la loro storia sarebbe uscita fortificata dal percorso nel reality per coppie andato in onda su Canale 5 un po’ prima dell’estate.  Invece tra Gabriele Caiazzo e Sonia Carbone è finita. A mettere in discussione la loro storia durata 9 anni è stata l’attrazione dell’ingegnere napoletano nei confronti di Laura Forgia, bellissima single che per tre settimane è stata al centro del suo universo. Sonia non ha perdonato quei comportamenti e ha scelto di uscire da single dal programma. Poche ore dopo, Gabriele si era già pentito e già tentava di tornare insieme alla sua ex ma, fino a oggi, la sua corte ha prodotto scarsi risultati. Nella puntata di ‘Temptation Island e poi’ andata in onda qualche giorno fa, è stato proprio Gabriele ad ammettere che la passione nei confronti della sua ex non si sarebbe mai spenta:

Ero tesissimo, una corda di violino. Ho pensato che sarebbe finita, perché vedendo il percorso a ritroso la strada che si era imboccata era quella. Ho iniziato ad attaccare per non essere attaccato. Il mio comportamento in quel momento è stato quello di negare. Tornando indietro non lo rifarei. La cosa che mi dà rabbia è che a 33 anni non sono stato capace di essere razionale e capire cosa dire. Il rimorso che ho, lo porterò sempre, dell’esperienza rifarei tutto, ma del falò butterei tutto. Purtroppo è andata così. Adesso avrei ammesso di aver fatto una cavolata perché comunque provo ancora dei sentimenti per lei e quindi non sono stato bravo nel capire che in quel momento dovevo tranquillizzarla e uscire mano nella mano. Lì ho capito di essere innamorato più di prima. Diciamo che lo ero anche prima ma non me ne rendevo conto. Ho capito che Sonia è la donna della mia vita e non riesco a vedermi accanto a qualcun’altra. E quindi io la posso aspettare all’infinito. Penso che solo il tempo riuscirà a sistemare le cose perché da parte mia c’è tutta la volontà e l’amore di questo mondo. Spero anche da parte sua, penso di sì. La cosa che le posso promettere è che se dovesse tornare tutto come prima, non la farò pentire di questa scelta. La farò vivere come una regina, non avrà più modo né di dubitare di me né di essere infelice.

Sonia non cambia idea: “Gabriele non si assume le sue colpe”

Non sono bastati mesi trascorsi a spegnere la rabbia di Sonia Carbone. Come aveva già confessato nell’intervista a Fanpage, la ragazza non intende perdonarlo. Troppa sarebbe stata la sofferenza:

Mi aspettavo un Gabriele un po’ mortificato, o almeno una persona che mi chiedesse scusa, e invece quando l’ho visto arrivare con il tono sicuro e altezzoso mi ha fatto rendere conto che lui veramente non aveva capito niente. Gabriele se sbaglia in qualcosa te la trasforma dicendo che è colpa tua, non si assume molto spesso le sue responsabilità. Avrei voluto delle scuse da parte sua, ma nel rispetto della nostra storia che c’era da nove anni, perché io ormai ero decisa a uscire senza di lui. Una scena che invece io non conoscevo, perché dopo il nostro percorso, è quando lui ha rincorso Laura. Quando l’ho vista a casa ho pensato quanto è stato babbo tutto il tempo, sicuramente continuerà ad esserlo. Quando mi dicevano quanto si soffre per amore io non ci credevo, l’ho sempre considerato un dettaglio, lì invece sono stata male. Mi mancava e mi ha fortificato. Questa esperienza è servita sia a maturare lui che a far capire a me quali errori ho commesso nella nostra storia. E sono convinta del fatto che un domani Gabriele non me lo rifarebbe mai. Non mi farebbe mai più soffrire così. Ne sono proprio certa.

Uno spiraglio di luce all’orizzonte, però, comincia a intravedersi.