Gabriella Carlucci è stata ospite di Eleonora Daniele a Storie Italiane. L'ex conduttrice è ritornata sul piccolo schermo raccontandosi senza alcun filtro e toccando lati intimi della sua vita privata: dalla scomparsa dei genitori all'amore per suo figlio, fino ad arrivare al legame con il marito.

L'amore per la sua famiglia

Dopo un'intensa carriera televisiva, Gabriella Carlucci ha pian piano preso le distanze dal mondo dello spettacolo. Oggi è una mamma e moglie felice, che non rimpiange la sua vecchia vita, divisa tra un nuovo lavoro e l'amore per suo figlio Matteo e il marito Marco Catelli : "Ha 22 anni è bello, buono, bravo, indipendente, si è laureato e lavora. Vengo da una famiglia in cui i genitori si sono completamente dedicati ai figli, e io e mio marito abbiamo cercato di trasmetterlo a Matteo. Ho trovato un marito che ha una famiglia come la mia, e questo è servito molto per l’educazione di nostro figlio”.

Il ricordo dei suoi genitori

Nel giro di pochi anni, Gabriella Carlucci ha dovuto affrontare due dolorosi lutti: la morte della madre, ex insegnante, avvenuta nel 2015 e quella del papà, scomparso dopo una lunga malattia a 91 anni lo scorso ottobre. L'ex presentatrice di "Melaverde", ha così ricordato i suoi genitori:

Erano due persone meravigliose, hanno dedicato interamente la loro vita a noi e ai loro nipoti. Sono con me tutti i giorni e per me un punto di riferimento, sono molto credente quindi so che li rivedrò. Sono felice, ho fatto tante cose nella mia vita, e questo grazie ai miei genitori che mi hanno sempre insegnato che il lavoro, l’impegno, lo studio e la perseveranza servono per raggiungere l’obiettivo. Quando nel 2013 è terminata la mia esperienza in Parlamento, ho cercato di mettere in pratica quello che avevo imparato negli anni precedenti. 

La carriera di Gabriella Carlucci, dalla tv alla politica

Gabriella Carlucci muove i suoi primi passi nel mondo dello spettacolo prestissimo: nel 1983, Enzo Tortora la sceglie per entrare nel cast di "Portobello", una trasmissione che consacra il suo successo e funge da apripista: successivamente prende infatti parte al "Festivalbar" e “Nuovo Cantagiro”, fino ad arrivare alla conduzione del “Festival di Sanremo” nel 1988 al fianco di Miguel Bosè e poi nel 1990 accanto a Johnny Dorelli. La tv però, ad un certo punto diventa stretta, decide così di mettersi alla prova nel mondo della politica. Nel 1994 si iscrive a Forza Italia e nel 2001 viene eletta alla Camera dei Deputati. Nel 2010, invece, diventa sindaco di Margherita di Savoia, città in provincia di Barletta-Andria-Trani e nel 2011 abbandona il partito di Silvio Berlusconi per aderire all'Unione di centro. Nel 2013 lascia per sempre la politica dedicandosi felicemente ad altro.