Giorgia  torna a cantare

Dopo mesi di silenzio durante i quali anche i fan avevano cominciato a pensare che fosse sparita, Giorgia torna con un nuovo singolo in grado di raccontare la sua nuova dimensione. L’artista, in concomitanza con l’uscita nelle radio de Il mio giorno migliore, si confessa a Gioia spezzando un periodo durato fin troppo a lungo. La sua carriera, costellata da successi in ambito musicale, aveva subito una battuta d’arresto circa quattro anni fa per una ragione non meglio precisata.

A chi l’ha sempre seguita, la Todrani aveva dichiarato di essersi voluta consapevolmente fermare anche per riprendere in mano la sua vita privata abbandonata troppo a lungo. Oggi, a un mese dal suo quarantesimo compleanno, torna sulla scena e si dichiara certa di voler rimanere a lungo sulla cresta dell’onda. Al mensile Gioia che l’ha intervistata dopo questo lungo digiuno musicale ha spiegato le motivazioni nascoste dietro il suo silenzio:

Ho cercato per anni pulizia, precisione, suono perfetto, distraendomi dalla funzione primaria del canto, ovvero la libertà. Il mio spartiacque, la vera differenza tra il prima e il dopo, è Samuel, il bambino avuto dal mio compagno che adesso ha 15 mesi. Da quel momento, non ho più avuto spazio per rimuginare. Mentre compongo mi chiedo se ho comprato i pannolini, se li ho lavati, se ho preso le cose giuste per la pappa.

il cantante Samuel Lo

Amo molto Emanuel, anche se per ora non lo sposo

Giorgia
La notizia che Giorgia fosse diventata mamma era già trapelata e, con la serenità di adesso, la cantante romana confessa che proprio il suo bambino ha rappresentato la molla necessaria a fare in modo che tornasse a comporre, a fare quella musica che l’ha sempre contraddistinta come la grande artista che è. Il merito di questo cambiamento è da attribuire anche al suo compagno, il musicista e cantante hip hop Emanuel Lo. L’uomo, tenuto nascosto a lungo e diventato il suo primo fidanzato pubblico dopo il compianto Alex Baroni, è riuscito laddove l’artista aveva fallito perché è insieme a lui che Giorgia ha scoperto il piacere di avere una famiglia tutta sua. Di lui si sa pochissimo. Se n’era cominciato a parlare solo quando la notizia relativa alla gravidanza di Giorgia era cominciata a trapelare. E’ proprio Giorgia che, nella stessa intervista, racconta chi è l’uomo che ha scelto:

Amo molto Emanuel, anche se per ora non lo sposo. Muoviamo i nostri passi in questo nuovo assetto, lottando per qualche scampolo di intimità. Niente è come prima, ma può essere meglio. Ha otto anni meno di me, ma era pronto a diventare genitore prima che lo fossi io. Con Samuel è molto dolce, ai limiti dell'ansioso e dell'iperprotettivo: a volte sono quasi gelosa del rapporto tra loro.

Con Emanuel Lo

Infine, la cantante torna a fare il punto sulla sua carriera finalmente ripartita, sul singolo che promette già di diventare un successo perché è tanta la voglia che i fan hanno di sentire di nuovo il loro idolo, l’artista che meglio ha saputo riunire in sé le qualità del bel canto, di una voce straordinaria completamente prestata alla musica:

Il mio giorno migliore è nato così, lontano dalle ballad della Giorgia più oscura. Idem per l'album, che uscirà in settembre. La mia musica riflette come sono adesso: equilibrio instabile, movimento continuo. Lo devo a mio figlio, il bambino al quale sto cercando d’insegnare le qualità migliori. Mentre si pensa al nucleare in Italia, a Samuel insegno ad accarezzare le piante e a non uccidere le formiche.

Ed è dunque al piccolo Samuel che va gran parte del merito di questo attesissimo ritorno, in attesa del nuovo, straordinario album che, finalmente, segnerà la rinascita di questa splendida artista.