Giorgia Palmas e Vittorio Brumotti sono tra le coppie più solide del gossip italiano. Conosciutisi nell'ambito dei programmi di Antonio Ricci, entrambi hanno lavorato a Striscia La Notizia (lei come velina, lui come inviato), per poi prendere parte insieme, proprio in coppia alle puntata di Paperissima Sprint della stagione estiva. Da anni oramai sembrano inseparabili e, soprattutto, danno l'impressione di essere due persone che sono riuscite perfettamente a coniugare la vita personale con quella professionale, facendone un tutt'uno indistinto che li fa vivere quasi in simbiosi, senza che nessuno dei due rinunci ai propri impegni e le proprie passioni.

I due sono sulla copertina di Oggi questa settimana, bellissimi e sorridenti. Nell'intervista riportata dal settimanale parlano della loro storia, del rapporto, di bici e lavoro. Ma prima di tutto, si parla di matrimonio e a rispondere è Giorgia Palmas, che non ci pensa su due volte:

Se Vittorio chiedesse la mia mano, accetterei al volo. Anche se sono sicura di una cosa: all’altare, con noi, ci sarà pure la bici. Tutta addobbata, tutta in ghingheri.

Madrina del prossimo Giro d'Italia, accordo che si poteva raggiungere anche cinqua anni fa, nel 2011, Giorgia Palmas si troverà quindi a gravitare nello stesso mondo di Brumotti, che a suo giudizio, nonostante la diversa disciplina, se si allenasse sarebbe assolutamente in grado di competere anche nella corsa a tappe: "potrebbe partecipare al Giro: arriverebbe tra i primi venti". Nonostante gli infortuni, le cadute, ma anche le aggressioni subite come quella dello scorso agosto, Vittorio Brumotti continua a svolgere la sua attività senza che la Palma gli abbia mai chiesto un passo indietro, lo conferma lui stesso: "Giorgina è insostituibile. Tra l’altro, è l’unica donna che non mi ha mai chiesto di rinunciare alle due ruote". E lei non lesina i complimenti e gli elogi, esaltandone il fascino, oltre che la bellezza, e azzardando un paragone importante:

Se anche passasse George Clooney mi girerei dall’altra parte. Guardi, se lei lo conoscesse, Vittorio, capirebbe che è impossibile innamorarsi di un altro. Certo, è impegnativo: un’ora di relax sul divano, con lui, diventa un miraggio. Ma sa come dice il proverbio: ho voluto il Brumotti, e ora pedalo