15 CONDIVISIONI

Giorgio Panariello eroe per caso, trova un cucciolo che si era perduto e lo riconsegna

Alla porta del comico si è presentato una cagnolina di taglia media già adulta. Immediato è stato il pensiero di postare la foto su Facebook, sperando si trattasse di uno smarrimento e magari non di un abbandono. La “piccola” si era solo allontanata da casa, la padrona è stata ritrovata grazie al microchip.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di G.D.
15 CONDIVISIONI
Immagine

‘Eroe per caso' è il titolo di un indimenticabile film con Dustin Hoffman, Geena Davis ed Andy Garcia, ma calza a pennello anche per la notizia che vede coinvolto Giorgio Panariello. Il comico toscano si trova a trascorrere le giornate estive nella sua villa a Prato, il relax quotidiano è stato turbato da un avvenimento insolito. Alla sua porta si è presentato un cagnolino di taglia media già adulto. Immediato è stato il pensiero di postare la foto su Facebook, sperando si trattasse di uno smarrimento e magari non di un abbandono. L'attore e comico toscano, difatti, è stato chiaro: "Se non è di nessuno, la tengo io".

È stata subito grande la partecipazione su Facebook, una pagina che è frequentata da quasi un milione di fan. Tra i commenti, tantissime testimonianze e racconti personali, così Giorgio alla fine è riuscito a trovare la padrona. Il cane (che è una femminuccia) non era stato abbandonato, si era semplicemente allontanato dalla sua abitazione. È stato infatti ritrovato grazie al microchip. Sul web la storia ha commosso davvero tutti, anche Giorgio Panariello, grandissimo amante degli animali, infatti è presidente onorario della Lega Nazionale per la difesa del cane.

Vip
15 CONDIVISIONI
Giorgio Panariello - Le foto di scena
Giorgio Panariello - Le foto di scena
Giorgio Panariello, i 55 anni di un artista dai mille volti
Giorgio Panariello, i 55 anni di un artista dai mille volti
Giorgia Meloni: "Chiara Ferragni non è Che Guevara, incomprensibile che sinistra la difenda su caso Balocco"
Giorgia Meloni: "Chiara Ferragni non è Che Guevara, incomprensibile che sinistra la difenda su caso Balocco"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni