Da qualche giorno si vociferava di una brutta aggressione subita da Giulia De Lellis, a Milano, ma l'influencer non aveva né confermato né smentito quanto era stato dichiarato a riguardo. Dopo qualche domanda da parte dei suoi fan e in seguito alla lettura di un articolo in cui se ne parlava,  in queste ore ha deciso di raccontare cosa fosse realmente accaduto.

Giulia De Lellis parla dell'aggressione

Tramite delle stories pubblicate sul suo profilo Instagram, Giulia De Lellis ha finalmente rotto il silenzio in merito ad una situazione piuttosto spiacevole che si è verificata nei giorni scorsi e per la quale anche i suoi molteplici fan erano andati in agitazione. "Ho letto un articolo in cui si parlava di una brutta aggressione che avrei subito a Milano, alla quale avrebbero assistito persone che invece di aiutarmi erano impegnate a fare foto" dice l'influencer introducendo l'argomento, e poi aggiunge per rassicurare quanti si fossero preoccupati in seguito alla notizia: "Per quanto riguarda l'aggressione purtroppo è vero, ma sto benissimo, non sono riusciti a farmi del male, per fortuna". 

I motivi per cui aveva mantenuto il silenzio

L'influencer, però, ha immediatamente voluto sottolineare come quanto i particolari attorno a questo spiacevole episodio, diffusi nei giorni passati, non corrispondessero alla realtà dei fatti. Non è vero, quindi, che i presenti nel momento dell'aggressione non si siano prodigati in suo aiuto, anzi, come lei stessa racconta "l'unica persona presente, carinissima, mi ha subito aiutata e la ringrazio pubblicamente". In più spiega il perché non ha voluto raccontare prima quanto è successo:

Non ne ho parlato perché ci sta pensando chi di dovere e soprattutto perché non voglio condividere queste cose terribili, se dovessi raccontare tutte quelle cose terribili che mi sono successe in questi mesi, sarebbe una cosa infinita. Penso che ci sono dei momenti che è giusto viversi nel privato, non volevo mettervi angoscia, ma ci tenevo a chiarire alcune cose.

L'ex volto di Uomini e Donne, quindi, ha voluto precisare alcune inesattezze che erano state raccontate in merito a questa vicenda e ha sottolineato, come è accaduto anche in passato, di sentire la necessità di parlare solo di determinati accadimenti.