Sabrina Ferilli sarebbe stata perseguitata per cinque anni da un uomo, Carlo Neri, che sosteneva di doversi unire a lei per volere degli alieni. Il sessantanovenne è stato condannato a un anno di reclusione per stalking. Il pubblico ministero Daniela Cento aveva chiesto tre anni e tre mesi di pena ma il giudice del tribunale di Roma ha stabilito una condanna più lieve.

Fiori, lettere e frasi deliranti: condannato a un anno di reclusione

L'uomo ha iniziato ad avvicinare l'attrice nel 2014, definendosi suo fan. Le avrebbe assicurato di aver lavorato a dei copioni pensati appositamente per lei, poi sarebbe piombato sotto casa di Sabrina Ferilli disturbandola con fiori e serenata. Gli appostamenti di Neri, che risiede nella provincia di Viterbo, si sarebbero verificati non solo fuori dall'appartamento dell'attrice, ma anche nei bar che frequentava e nei pressi degli studi televisivi, in cui era stata chiamata a presenziare. L'uomo si definisce esperto di ufologia e, secondo quanto riporta TgCom24, si sarebbe presentato dall'attrice con addosso una tuta celeste e una spada giocattolo, dicendole: "Mi mandano gli alieni, mi hanno ordinato di unirmi sessualmente a te per la sopravvivenza della razza umana". Sabrina Ferilli si sarebbe allontanata in tutta fretta mentre Neri l'accusava di distruggere l'umanità.

Sabrina Ferilli lo ha denunciato a febbraio del 2019

In un'occasione, Carlo Neri avrebbe anche strattonato Sabrina Ferilli. A febbraio del 2019, dopo aver tentato in tutti i modi di far ragionare lo stalker, l'attrice ha sporto denuncia. "Dal 2014 sono vittima delle attenzioni ossessive di un uomo che mi perseguita. Ho paura": ha spiegato. Ha deciso, tuttavia, di non costituirsi parte civile e di non chiedere un risarcimento. Ieri, è arrivata la condanna a un anno di reclusione, pena sospesa. Per l'attrice è finito un incubo.