Arriva una clamorosa marcia indietro di Meghan Markle e del principe Harry in merito a una delle dichiarazioni rilasciate nella controversa intervista con Oprah Winfrey alla Cbs. Oltre alle accuse di razzismo contro la Famiglia Reale di razzismo, la coppia aveva suscitato scalpore svelando di aver celebrato il proprio matrimonio in gran segreto, per far sì che le nozze restassero un momento intimo solo loro, lontano da telecamere, invitati e paparazzi. Meghan e Harry, a loro dire, si erano sposati veramente tre giorni prima del royal wedding del 19 maggio 2018, con una cerimonia lontana da sguardi indiscreti celebrata nel giardino della loro residenza di allora, Nottingham Cottage. Ebbene, ecco arrivare il colpo di scena: il matrimonio top secret in realtà non è mai avvenuto. A smentire la coppia è arrivato nientemeno che l'arcivescovado di Canterbury, tanto che Harry e Meghan si sono affrettati a fare chiarezza e ad ammettere di non essersi sposati in anticipo.

Parla il funzionario dell'Arcivescovo che sposò Harry e Meghan

"Tre giorni prima del nostro matrimonio, ci siamo sposati. Nessuno lo sa. Eravamo solo noi due nel nostro giardino con l'arcivescovo di Canterbury. Abbiamo chiamato l'Arcivescovo e abbiamo detto semplicemente: "Questo spettacolo è per il mondo ma noi vogliamo vivere la nostra unione tra di noi'", aveva detto Meghan nell'intervista alla Winfrey, lasciando dunque intendere che la coppia aveva già pronunciato il fatidico sì prima delle nozze in mondovisione del 19 maggio. Il Sun, però, ha intervistato Stephen Borton, l'ex capo impiegato presso l'ufficio dell'arcivescovo di Canterbury, che ha raccontato una versione ben diversa.

Mi dispiace, ma Meghan è ovviamente confusa e chiaramente male informata. Non si sono sposati tre giorni prima davanti all'arcivescovo di Canterbury. La licenza speciale che ho aiutato a redigere ha permesso loro di sposarsi alla St George’s Chapel a Windsor e quello che è successo lì il 19 maggio 2018 ed è stato visto da milioni di persone in tutto il mondo è stato il matrimonio ufficiale riconosciuto dalla Chiesa d'Inghilterra e dalla legge.

La smentita di Harry e Meghan Markle

Il certificato di matrimonio di Meghan e Harry ha confermato che la cerimonia legale è quella che si è tenuta presso la St George’s Chapel, davanti alla Famiglia Reale e a centinaia di invitati compresi la stessa Oprah Winfrey, George Clooney e Amal Alamuddin, James Corden e i Beckham. Un portavoce della coppia a questo punto è intervenuto facendo chiarezza: effettivamente, quello che è accaduto non è stato un matrimonio effettivo, bensì un semplice scambio dei voti. Nella nuova dichiarazione, è stato spiegato che i Meghan e Harry "si sono scambiati privatamente i voti personali pochi giorni prima del loro matrimonio ufficiale / legale del 19 maggio". Questa precisazione rispetto a quanto alla Cbs rischia di mettere in dubbio l'intera testimonianza della coppia, che già ha spaccato due l'opinione pubblica. Se oltreoceano la Markle ha ricevuto diversi consensi, anche dalle celebrità, in Inghilterra non hanno gradito le accuse contro la Corona.