Heather Parisi, i figli Elisabeth e Dylan e il marito Umberto Maria Anzolin sono tornati a uscire di casa a Hong Kong dopo l’allentamento delle misure di sicurezza necessarie a contenere il contagio da coronavirus. Lo scrive la coreografa e ballerina che pubblica un video sul suo profilo Instagram in cui documenta la gioia con la quale i suoi figli hanno reagito alla notizia di poter fare finalmente una passeggiata:

È bastata la notizia inaspettata di una passeggiata fuori casa per scatenare la gioia irrefrenabile di Elizabeth e Dylan! Ai tempi del COVID-19, torniamo ad apprezzare i gesti più semplici e naturali.

La testimonianza di Heather Parisi da Hong Kong

Heather conferma che oggi a Hong Kong non esiste più l’obbligo di restare confinati nelle proprie abitazioni. È stato però introdotto il divieto di assembramento per gruppi che superano le quattro persone e quello di occupare in più di quattro tavoli di bar e ristoranti: “A Hong Kong non c'è obbligo a rimanere a casa. È stato introdotto invece l'obbligo di non fare assembramenti in più di quattro persone e l'obbligo di non fare tavoli al ristorante o al pub con più di quattro persone”.

🇮🇹 È bastata la notizia inaspettata di una passeggiata fuori casa per scatenare la gioia irrefrenabile di Elizabeth e Dylan! Ai tempi del COVID-19, torniamo ad apprezzare i gesti più semplici e naturali. N. B. A Hong Kong non c'è obbligo a rimanere a casa. È stato introdotto invece l'obbligo di non fare assembramenti in più di quattro persone e l'obbligo di non fare tavoli al ristorante o al pub con più di quattro persone. Buongiorno a tutti e stay safe 🙏❤🍀 🇺🇸 All it took was the unexpected news of taking a walk outside our home to trigger Elizabeth & Dylan's joy! During these times of COVID-19, we are going back to appreciating simple & natural gestures. P. S. In Hong Kong we are not obligated to stay indoors or closed off in our homes. It has been introduced the obligation to NOT be in the company of more than 4 people and, the stressing obligation to when sitting at a table in a restaurant or pub, to be with no more than 4 people. Good morning to everyone & stay safe 🙏❤🍀 H* #heatherparisi #umberto #hktwins @elizabeth_parisi_anzolin_ @dylan_parisi_anzolin #hklife #hkkids #coronavirus #CoronavirusOutbreak #COVID19 #amolamiavita

A post shared by Heather Parisi 😷 (@heather__parisi) on

La vita di Heather Parisi e Hong Kong durante l’epidemia di Covid-19

Anche la vita di Heather Parisi a Hong Kong è cambiata, sebbene adesso si avvii lentamente a tornare alla normalità. Il 6 marzo scorso, la corografa e ballerina aveva raccontato le condizioni di vita in Cina: "La gente è tornata a lavorare in ufficio, i parchi e i centri sportivi sono stati riaperti. Le misure sono state necessarie e fondamentali nell'ottenimento dei risultati fin qui raggiunti. Ma non bisogna abbassare la guardia e il Governo ne è consapevole. Sembra ormai certo che la chiusura delle scuole sarà forse prolungata sino a maggio e che tutte le manifestazioni pubbliche, sportive e non, rimarranno vietate a tempo indeterminato”. Per far fronte alle esigenze dei cittadini, il governo ha varato una serie di misure: “Il Governo di Hong Kong ha anche intrapreso alcune iniziative destinate a risollevare l'economia e, tra queste, quella di versare sul conto corrente di ciascun cittadino 1200 euro come aiuto”.