"Riccardo cosa provi per me?". È questa la domanda che Ida Platano ha fatto a Riccardo Guarnieri nel corso della puntata del Trono Over di ‘Uomini e Donne‘, trasmessa il 27 maggio. L'uomo non ha saputo rispondere, sostenendo di non potersi aprire con una donna che è aggressiva con lui. Così, Ida gli ha restituito il braccialetto che lui le aveva donato. Guarnieri si è alterato: "Questo dimostra che non hai mai avuto intenzione di ricominciare".

Ida Platano furiosa con Riccardo Guarnieri

Ida Platano, dopo aver restituito il bracciale a Riccardo, lo ha accusato di non essersi fatto vedere negli ultimi 10 giorni: "Io ti annullo completamente dalla mia vita. Maria, basta. Mi ha già detto tutto non rispondendomi. Lui mi dà una possibilità e mi cerca solo qui in studio. In 10 giorni non è successo niente, zero". Guarnieri, però, sostiene che sia stata la dama a non volere andare a trovarlo. Ida, allora, lo ha accusato di pensare alle serate e ai locali e di non avere il tempo per coltivare la relazione con una fidanzata: "Dice di non poter venire da me perché ha un problema, domenica invece stava festeggiando".

Il bacio mai ricevuto

Ida Platano ha rimproverato Riccardo per il comportamento eccessivamente distaccato da lui tenuto in stazione. La donna stava per partire e Guarnieri non le avrebbe dato nemmeno un bacio, andando via senza voltarsi: "Eravamo in stazione, ci siamo salutati. Non c'è stata una carezza, un abbraccio. Ci siamo salutati come due perfetti estranei. Io non voglio questo. Mi hai salutato come una donna sconosciuta. Te ne sei andato e non ti sei nemmeno girato per un ultimo sguardo. E io là come una cretina ad aspettare che ti girassi". Quindi, Ida ha messo la parola fine mentre Riccardo lasciava lo studio:

"Basta Maria, io non posso ancora stare male, male, male. Caratterialmente non andiamo d'accordo, non ci troviamo. Ci scontriamo però veramente lui non ha capito l'amore che ho provato per lui, non l'ha saputo cogliere. Mi ha fatto solo stare male, disperare come una dannata impazzita, sono arrivata a livelli assurdi. Non me lo posso più permettere".