La vicenda Prati-Caltagirone continua a colorarsi di sfumature di assurdo. L'ultimo capitolo di questa "avvincente" storia risale al pomeriggio di sabato 18 maggio, quando inizia a imperversare su Instagram la notizia di un ipotetico passo falso di Eliana Michelazzo. Come mostrano quasi in contemporanea l'account Instagram "Vip in Vippanza" e il giornalista Gabriele Parpiglia sul suo profilo, lo stesso selfie della Michelazzo è comparso quasi in contemporanea tra le storie del suo profilo ufficiale e il finto profilo di Mark Caltagirone, ammesso che lo stesso Caltagirone esista. Parliamo del profilo creato di recente che, per intenderci, due giorni fa aveva fatto infuriare Gianni Sperti per la pubblicazione di una sua foto). La stessa foto della Michelazzo pochi secondo dopo sarebbe sparita dal profilo finto di Caltagirone e finita direttamente tra le storie del profilo ufficiale di Eliana Michelazzo.

Gli screen pubblicati dall'account mettono in evidenza anche gli orari di pubblicazione delle due foto, che sarebbero quasi coincidenti: le 15.50 circa. Lo scarto temporale tra la pubblicazione dei due contenuti su Instagram è di pochi secondi e, allo stato attuale, troppo breve per capire su quale dei due profili la storia sia stata pubblicata prima. Sotto la lente di ingrandimento, la sola differenza tra le due foto è che su quella comparsa sul profilo della Michelazzo è chiaramente visibile il riferimento a un filtro utilizzato per realizzarla, mentre quella sul profilo di Caltagirone appare identica, ma leggermente tagliata e più stretta.

Eliana Michelazzo gestisce il profilo fake di Caltagirone?

Questa ricostruzione dei fatti descrive il seguente possibile scenario: la Michelazzo gestirebbe più profili Instagram dal suo smartphone, tra cui quello fake di Mark Caltagirone e, per distrazione, avrebbe pubblicato una sua foto dimenticando di passare al suo profilo personale. Resasi conto dell'errore, avrebbe cancellato la storia, nella speranza che nessuno la vedesse, per poi pubblicare la stessa foto, correttamente, sul suo profilo. La storia così letta rappresenterebbe l'ennesimo tassello che potrebbe portarci pian piano a certificare l'inesistenza di Caltagirone e la mano della Michelazzo (ma non solo) dietro a tutta questa vicenda.

Le reazioni della Michelazzo e di Pamela Perricciolo

Nel frattempo arrivano le reazioni: la prima è della Michelazzo, che pubblica un'altra storia in cui si rivolge al profilo di Caltagirone dicendo "questa è la mia foto, non ti permettere" e aggiungendo di aver già segnalato il profilo in questione. Le fa seguito Pamela Perricciolo, altra manager della Prati, che analizza l'accaduto senza fornire una reale risposta: "Se la matematica non è un'opinione Eliana pubblica una storia alle 15.55, da 5 minuti, mentre il fake alle 15.51, da pochi secondi. E come se non bastasse tre ore prima (il profilo fake di Caltagirone) era stato segnalato a Instagram da Pamela Prati". Dal profilo di Caltagirone arriva invece un'altra storia che, in linea con quelle pubblicate nei giorni precedenti, annuncia che nei prossimi giorni verrà fuori la verità.

Questo ennesimo "giallo", è d'uopo virgolettare tutto quando si parla di una vicenda che ha da tempo acquisito dei tratti surreali, più che fare chiarezza aggiunge un altro elemento di confusione al caso di gossip e Tv che imperversa da diverse settimane. Chi è complice e chi vittima in questa vicenda? Al netto della possibile gaffe commessa dalla Michelazzo è immaginabile che dietro a questa storia che intrattiene l'Italia ci sia solo lei e non qualcuno intenzionato ad approfittarne fino a quando ci sarà pane da spugnare?