IlpeccatoelavergognaLauraTorrisi_01

Come succede spesso per i finali di stagione, i commenti del giorno dopo non sono sempre positivi. Soprattutto se la serie in questione ha riscosso molto successo e ha lasciato in sospeso diverse questione che il finale non sembra risolvere, la delusione del telespettatori può essere grande. Ma vediamo cosa è successo durante la sesta ed ultima puntata de Il Peccato e la Vergogna (se non l'avete ancora vista non continuate a leggere!).

Carmen, arrestata per aver appoggiato i partigiani, viene nuovamente violentata da Nito come successe nelle prima puntata della serie. Dilmo aiuta Nito a procurarsi dei documenti falsi per scappare in Sudamerica portandosi dietro la povera Carmen, ma scoperto da Valdi viene ucciso da quest'ultimo. Nel frattempo Roma viene liberata.

Nito si dà alla macchia e decide di mescolarsi ai partigiani uccidendo e rubando l'identità ad un certo Gesualdo. Carmen, uscita di prigione e consapevole di essere nuovamente incinta, viene a sapere che l'amato Giancarlo ha contratto una rara forma di tubercolosi e giura di tenere il figlio che porta in grembo nel caso in cui Giancarlo sopravvivesse.

A questo punto, come anticipato, Laura Torrisi entra nel cast nel personaggio di una giovane vedova di nome Ortensia che Carmen decide di ospitare. Quest'ultima viene a sapere che non solo Giancarlo è guarito dalla tubercolosi ma che si è sposato con Piera e decide così, per vendetta, di dirgli che il figlio che aspetta è suo. Piera va a trovarla chiedendole di perdonarli e di diventare sua amica: anche lei è incinta di Giancarlo.

Carmen si illude del fatto che Nito sia morto credendo alla sua messa in scena. Lui è invece vivo e vegeto, e anzi riesce anche a fare qualche soldo uccidendo un fascista e risquotendo la taglia.  Ortensia entra nelle grazie di Francesco, che per amore della donna chiede l'annullamento del matrimonio a Carmen. Questa, furiosa, si libera di Ortensia accusandola di averle rubato un prezioso anello e cacciandola di casa.

Nito intanto conquista la figlia dell'uomo che lo ospita a casa sua, la quale confessa al parroco del paese di esserne innamorata. Il parroco però ha scoperto la vera identità dell'uomo e tenta di scoraggiarla senza rivelarle però di chi si tratti. Nito scopre che l'uomo ha dei sospetti su di lui e lo uccide. Carmen riesce a risollevare le sorti del negozio ottenendo il perdono di Franscesco per la "cacciata" di Ortensia, ma viene a sapere che Nito è ancora vivo.

Ed eccoci allo scontro finale: Nito, Giancarlo e Carmen con una pistola di mezzo. Ovviamente il primo tenta per l'ultima volta di liberarsi di Giancarlo sparandogli ma Carmen, eroicamente, si mette in mezzo e si prende la pallottola. Giancarlo la soccorre e le confessa di amarla ancora. Nito, vinto, se ne va. Ma con un mazzo di rose fa sapere a Carmen che la sua ossessione per lei non avrà mai fine.

Simona Redana