Aveva suscitato clamore il post condiviso da Chiara Ferragni sull’omicidio di Willy Monteiro Duarte e la cultura fascista, post che l’influencer italiana più famosa al mondo aveva condiviso sul suo profilo dopo averlo letto sull’account “SpaghettiPolitics”, gestito dalla 21enne originaria di Varese Michela Grasso. Ma a qualche giorno da quel momento, quando il profilo era balzato da 20mila a 70mila follower per effetto della condivisione di Chiara Ferragni, l’account non esiste più.

La denuncia di Michela Grasso

Michela, la 21enne che gestisce il profilo, denuncia di essere stata truffata. Aveva creato “SpaghettiPolitics” due anni fa per spiegare la politica italiane e quella internazionale ai suoi amici all’estero (studia Scienze Politiche ad Amsterdam) e adesso l’account al quale aveva dedicato anni di lavoro non esiste più. “Dopo il repost di Chiara Ferragni e l'impennata di follower (da 20mila a 70mila in 2 giorni) avevo chiesto a Instagram di ottenere le spunte blu. Poche ore dopo mi è arrivato un messaggio da un account uguale a quello di Instagram che mi chiedeva di confermare la mia identità cliccando su un link”, racconta a Repubblica, “Anche il sito a cui rimandava sembrava affidabile e invece mi hanno rubato i dati e hanno cancellato tutti i miei account. Ho perso tutto il lavoro di due anni, la community creata con i follower e anche i messaggi con mia nonna, la cosa che mi fa più male”.

Chiara Ferragni si attiva per aiutarla

Sta cercando di aiutarla a ottenere nuovamente il suo profilo proprio Chiara Ferragni, che aveva condiviso il suo post nelle ore immediatamente successive all’omicidio di Willy. Michela, da sola, non sarebbe riuscita a ottenere alcuna risposta da parte di Instagram: “Ho provato a contattare il social network via mail ma non ho ricevuto alcuna risposta. Un mio amico ha contatto Chiara Ferragni su Twitter, lei ha risposto e si è fatta mandare la mia mail per inviare una segnalazione a Instagram, ora incrocio le dita. Ieri sera ho creato una nuova pagina “SpaghettiPoliticsReal” che ora ha 700 seguaci, non mi lamento però non è giusto quel che è successo. Non credo che recupererò nulla del vecchio account, a meno che l’intercessione di Ferragni non faccia il miracolo”.