256 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Il punto G secondo Gucci, pubblicità shock. Ecco la foto

La Repubblica pubblica una campagna pubblicitaria della Gucci shock: la foto del pube di una donna rasato a forma di G. Gli utenti si indignano, qualcuno però scopre che la campagna risale al 2003. Sono sempre più consapevoli i fruitori di notizie!
256 CONDIVISIONI
gucci shock

Più irriverente e controversa di una campagna fotografica di Oliviero Toscani, più diretta di una scena dell'eterno Rocco, è la pubblicità della Gucci che gioca con il suo logo in un parallelismo che possiamo definire, senza mezzi termini, "pubico". La G con rasatura perfetta fa il verso al famoso "punto", fonte segreta del piacere al femminile.

Un'idea che, a definirla creativa, non basta. Sicuramente la provocazione è stata messa su per far discutere e mobilitare le agguerrite associazioni per i diritti delle donne, per l'etica nelle campagne pubblicitarie. Ma, perchè c'è sempre un ma per tutto, a ben vedere si scopre che la pubblicità della Gucci, proposta da Repubblica Donna, è vecchia del 2003. A scoprire la magagna sono stati gli utenti che, tramite Facebook, anziche indignarsi hanno riversato copiose digitazioni fornendo tutti i dettagli del caso. Tra tutti, il commento più divertente è stato: "Campagna pubblicitaria del 2003: questo si che significa "stare sul pezzo", però…".

Utenti sempre più consapevoli

Il fatto che gli utenti siano riusciti, dimostrando la veridicità delle loro affermazioni con l'ausilio di link dedicati alla campagna Gucci Spring/Summer 2003, a scoprire che la notizia che ha ripreso a girare sul web, sia in realtà vecchia di otto anni, ci pone davanti ad una lieta novella: le persone sono sempre più "consumatori etici e consapevoli" nella fruizione dei media, sono sempre più utenti partecipativi e disposti ad abbandonare il vecchio status passivo. Nell'era di Facebook, che con la recente introduzione della Timeline si prepara a cambiare nuovamente il mondo del web, nulla può passare inosservato.

E per la serie "Il mondo è bello perchè è vario" ci sono i soliti utenti inossidabile che non perdono occasione per mostrare il loro dissenso per l'attuale gestione di governo. Un utente scrive: "Io mi stupisco che al governo ci siano dei farabutti e ladri non che una splendida modella si rasi formando una lettera. Ma per favore diamo il giusto peso ai fatti!". Si può esser pure  un parere condivisibile, ma in fin dei conti, cosa c'entra Berlusca&Co. con un pube rasato a forma di G? Ah, ma certo. Pardon, dimenticavo il Bunga Bunga…

256 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views