Silvia Provvedi oppone il solo silenzio, almeno per il momento, alla notizia dell’arresto di Giorgio De Stefano, suo compagno e padre di sua figlia finito in carcere per ‘ndrangheta. All’anagrafe Giorgio Condello Sibio, cognome della madre, Giorgio è il figlio di Paolo De Stefano, potente boss  ucciso in un agguato il 13 ottobre 1985. Nelle prime ore di oggi, è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare insieme ad altre 20 persone. Silvia, sempre attiva sui social network, ha preferito non commentate la notizia dell’arresto, per poi disattivare i commenti sotto alcune delle foto postate su Instagram.

La reazione social di Silvia Provvedi

La notizia dell’arresto di Giorgio De Stefano è diventata rapidamente uno dei fatti del giorno, fin dalle prime ore del 24 giugno. Migliaia gli utenti che si sono riversati in rete, anche sui canali social ufficiali della cantante, alla ricerca di notizie sul suo conto. Il nome di Silvia è stato per ore primo tra i trending topic propositi da Twitter. Le comunicazioni della giovane e della gemella – condividono il medesimo profilo Instagram – sono andate avanti come se nulla fosse accaduto per qualche ora, per poi interrompersi del tutto nel pomeriggio. L’ultimo video postato su Instagram risale a 6 ore fa e mostra Giulia, la gemella bionda, tenere in braccio una bambina, presumibilmente la piccola Nicole. Si tratta della figlia che Silvia ha avuto da De Stefano pochi giorni prima dell’arresto. Al momento i commenti alle ultime due foto social pubblicate sul profilo Instagram delle Donatella risultano disattivati.

Cosa diceva Silvia Provvedi di “Malefix”

La relazione di Silvia con Giorgio De Stefano è cominciata dopo la fine del lungo legame tra la cantante e Fabrizio Corona. Il nome “Malefix” ha cominciato a circolare all’epoca della partecipazione di Silvia al Grande Fratello Vip. La cantante aveva lasciato intendere di essersi innamorata, pur rifiutandosi di fare il nome del suo compagno. Si rivolgeva a lui chiamandolo “Malefix”, soprannome utilizzato dallo stesso De Stefano per firmare lo striscione fatto volare sopra la Casa di Cinecittà per ricordare a Silvia il loro impegno.  Quando la storia con De Stefano è diventata di dominio pubblico, la cantante aveva giustificato il desiderio di riservatezza manifestato dal suo compagno e il basso profilo mantenuto dall’uomo nelle occasioni pubbliche e private. “È un ragazzo riservato, che mi rispetta”, aveva detto di lui la giovane Silvia. Nessun commento è arrivato da parte della donna nella ultime ore.