1 Giugno 2016
14:18

Il trono gay di “Uomini e Donne” fa discutere, si chiede “rispetto per la fascia protetta”

L’annuncio dell’apertura dei casting per il trono gay di “Uomini e Donne” ha generato grande dibattito. Gli spettatori si sono divisi tra coloro che sostengono di non riuscire a spiegare ai loro figli un bacio tra due persone dello stesso sesso e quanti ritengono possa rappresentare una svolta per la tv italiana. A difendere la scelta di Maria De Filippi c’è anche Andrea Dianetti, ex allievo della scuola di “Amici”.
A cura di D.S.

Fervono i preparativi, in vista del trono gay di "Uomini e Donne" in onda a partire da settembre. Maria De Filippi ne ha parlato due mesi fa in un'intervista rilasciata al settimanale "Chi": "Il trono dei ragazzi si incastra in meccanismi dove, a volte, l'amore passa in secondo piano. Ma a settembre spariglio le carte. […] Ho in mente da tempo di voler fare il trono gay. Non cerco lo scandalo, ma la normalità di un amore vissuto nella sua piena quotidianità. Anche a C'è posta per te abbiamo trattato storie con ragazzi dello stesso sesso che si amano e ho visto che il pubblico ha apprezzato la ‘normalità' dell'argomento".

Il 30 maggio è stata annunciata l'apertura dei casting per il trono gay sui profili social del programma di Maria De Filippi. Sia su Instagram che su Facebook, i commenti non si sono fatti attendere. E con loro sono giunte anche le polemiche tra gli internauti. Alcuni spettatori hanno sostenuto di non voler più seguire la trasmissione, perché non sarebbero in grado di spiegare ai loro figli, eventuali effusioni tra due persone dello stesso sesso. C'è persino chi ha chiesto che i tronisti si limitino a conoscere i corteggiatori, ma che evitino contatti fisici per rispetto della fascia protetta. Ecco alcuni dei commenti degli utenti.

Andrea Dianetti difende il trono gay di "UeD": "Non esistono bambini stupidi ma genitori stupidi"

Così, in rete, sono scoppiati diversi battibecchi tra coloro che non sono d'accordo con la svolta della trasmissione di Maria De Filippi e quanti ritengono le critiche totalmente insensate. Questi ultimi sottolineano che la tv odierna è ricca di aspetti che andrebbero nascosti agli occhi dei bambini: violenza, sesso, casi di cronaca che narrano delitti efferati. Dunque, l'espressione dell'amore che "Uomini e Donne" racconta rappresenta, al contrario, qualcosa di positivo da proporre ai propri figli. Anche Andrea Dianetti, attore, doppiatore ed ex allievo della scuola di "Amici" è intervenuto per dire la sua. Ecco quanto ha dichiarato:

"Cari genitori "preoccupati" vi svelo tre semplici segreti:

1. Esistono persone con gusti sessuali diversi dai vostri, fatevene una ragione, e se pensate che guardandoli in tv, questo modificherà la sessualità dei vostri figli allora non fategli vedere neanche i cartoni animati, o crederanno di essere un pokemon, o durante un film di guerra sentiranno l'impulso di diventare dei caschi di ferro.

2. "Noi etero mica sbandieriamo di essere etero" facile dirlo quando tutta una società è impostata a favore dei nostri gusti sessuali. Ovvio che non dobbiamo sbandierare nulla se non ne abbiamo motivo, se loro lo fanno, è per chiedere dei diritti. Ma non credo che sia il senso della trasmissione.

3. Se ancora siete rimasti in una concezione mentale pre medioevo, vi consiglio di guardarvi "il trono di spade". Ah no.. Attenti, qualora ci fossero i vostri figli nei paraggi, potrebbero decidere di brandire un'ascia o cavalcare un drago." Non esistono bambini stupidi, ma genitori idioti".

'Uomini e Donne' riparte con il trono over e il pubblico già protesta:
'Uomini e Donne' riparte con il trono over e il pubblico già protesta: "E il trono gay?"
Alex Palmieri è il primo corteggiatore del trono gay di Uomini e Donne
Alex Palmieri è il primo corteggiatore del trono gay di Uomini e Donne
Trono Gay a Uomini e Donne, i lettori di Fanpage.it: ‘Non è omofobia, pensiamo ai bambini”
Trono Gay a Uomini e Donne, i lettori di Fanpage.it: ‘Non è omofobia, pensiamo ai bambini”
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni