Paura per Joan Collins, l'attrice britannica 85enne, nota soprattutto per l'indimenticato ruolo di Alexis nel serial "Dynasty". L'appartamento della diva a Londra è stato ampiamente danneggiato da un grosso incendio e sia la Collins che Percy Gibson, il suo quinto marito, sono stati portati in ospedale per un'intossicazione da fumo. Fortunatamente, non hanno riportato gravi danni: la sono già usciti e la Collins ha pubblicato su Instagram un video della sua abitazione semidistrutta.

La Collins ringrazia medici e vigili del fuoco

Su Twitter, l'attrice ha ringraziato i vigili del fuoco intervenuti in loro soccorso, anche se pare che Gibson avesse già placato con l'estintore le fiamme, che hanno avvolto e devastato un'intera parete. La Collins ha espresso la sua gratitudine anche alla polizia intervenuta sul posto e al personale medico che ha soccorso lei e il marito.

Joan Collins, star leggendaria di cinema e tv (e gossip)

Londinese consacrata da Hollywood, la Collins è tornata recentemente alla ribalta grazie all'ottava stagione di "American Horror Story", intitolata "Apocalypse". Il ruolo per cui è maggiormente ricordata resta quello della perfida Alexis Colby in "Dynasty", che le ha consentito di vincere un Golden Globe e svariati altri premi (tra cui persino il Telegatto) e l'ha imposta come icona, in quanto attrice donna con una parte da protagonista a 50 anni. Nella sua carriera, però, ha girato anche film come "La regina delle piramidi" di Howard Hawks, "L'impero delle termiti giganti", "Nel bel mezzo di un gelido inverno" di Kenneth Branagh, "I Flintstones in Viva Rock Vegas". Dama dell'Ordine dell'Impero Britannico, è famosa anche per la sua turbolenta vita sentimentale: è stata sposata con Maxwell Reed, Anthony Newley, Ron Kass e Peter Holm, prima di incontrare il manager teatrale Percy Gibson che ha impalmato nel 2002.