279 CONDIVISIONI
26 Gennaio 2011
13:37

Jovanotti dedica l’album Ora alla mamma scomparsa: intervista Vanity Fair

Jovanotti parla della perdita della mamma a cui dedicata il suo ultimo album Ora.
A cura di Vincenzo Palumbo
279 CONDIVISIONI
La copertina dell'album Ora

Il cantante Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, dedica il suo ultimo lavoro discografico alla mamma scomparsa due mesi fa.

Jovanotti nell'intervista rilasciata a Vanity Fair ricorda che quando ha iniziato a fare musica all'età di 14 anni uno dei suoi obbiettivi era: "Far ridere la mia mamma, sapere che era orgogliosa di me, alleviarle un po' la sua fatica di dover tirare su quattro figli e se ci penso adesso che lei non c'è più questa cosa assume un senso ancora più profondo".

Il cantante non nasconde il dolore che ha provato per la morte della mamma e racconta com'è la vita senza una persona così importante: "Da quando tre anni fa è morto Umberto, mio fratello, mia mamma è morta un po' anche lei. Qualcosa è crollato e io mi sono ritrovato ad avere a che fare con una mamma che non era più una mamma, ma un essere ferito, che non riusciva nemmeno più a piangere. Ma adesso, averla persa davvero, mi dà un dolore fisico. Perché anche se non era più lei, c'era fisicamente».

L'album Ora è stato come detto dedicato alla mamma con cui Lorenzo ha sempre avuto un ottimo rapporto: "La andavo a trovare, l'abbracciavo, una cosa che non ho mai fatto da ragazzino e lei odorava di mamma. Negli ultimi tempi non parlava più, non apriva nemmeno più gli occhi, ma c'era. E io adesso devo fare i conti col fatto che non c'è più ed è una cosa che non ho ancora elaborato. E la cosa più bella che è successa in questi ultimi tempi della sua vita è che lei e il babbo erano ritornati a essere una coppia. Per tanti anni sono stati il babbo e la mamma e basta, ma alla fine sono tornati a essere loro due. Quando la mamma è morta c'era solo lui lì con lei, come i due fidanzati che erano stati. Avrebbero festeggiato 50 anni di matrimonio qualche giorno dopo".

Jovanotti che è stato ad Harvard in qualità di professore dopo l'uscita del disco si prepara a partire per un tour che inizia ad aprile.

279 CONDIVISIONI
Nevruz di X Factor su Vanity Fair: abbandonato da mio padre
Nevruz di X Factor su Vanity Fair: abbandonato da mio padre
Ibrahimovic su Vanity Fair: un figlio se mi annoio
Ibrahimovic su Vanity Fair: un figlio se mi annoio
Biagio Antonacci nudo su Vanity Fair: non è mai troppo tardi
Biagio Antonacci nudo su Vanity Fair: non è mai troppo tardi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni