Non aveva ancora compiuto 10 anni Kledi Kadiu quando, insieme ad altri sette coetanei, posò per una foto che avrebbe rispolverato 35 anni dopo, per poi condividerla sui social. È un’immagine potente, racconta l’ambizione di un ragazzino pronto a mettere da parte i giochi per inseguire il sogno di diventare un ballerino, quella propensione al sacrificio che lo avrebbe condotto lontano. Kledi condivide quella foto oggi, raccontandone il contesto. “Qui ero un bambino pieno di voglia di fare, di studiare, di diventare. Da questa foto sono passati 35 anni. Fa impressione a pensarci ma ancora di più fa impressione scriverlo. Il mio obiettivo? Il diploma di danzatore all'Opera di Tirana”.

Le lezioni di Kledi Kadiu all’Accademia di Tirana

Ma non è un ricordo amaro quello che questo scatto ispira a Kledi. Al contrario, è la fotografia perfetta per ricordare i sogni di quel bambino che ce l’ha fatta, meritando ogni grammo del successo ottenuto allenandosi al freddo, in una città che non aveva ancora conosciuto lo sviluppo socio-economico che l'ha investita più recentemente:

Ricordo le lezioni alle 8 del mattino (7 giorni su 7) e il mio maestro (Ilir Kerni) che pretendeva che alle 8 fossimo già riscaldati. Che si faceva allora? Vestiti da danza, alle 7 del mattino, una corsa di mezz'ora attorno al palazzo dell'Accademia. Spogliatoi e sala ballo senza riscaldamento. L'inverno a Tirana era freddissimo. Le vetrate avevano la brina e studiando ci usciva il fiato dalla bocca. Mai mi sarei aspettato tutto quello che è venuto dopo e che mi ha fatto diventare l'uomo che sono oggi. Sempre grato alla vita! E grazie anche al freddo che mi ha temprato.

Qui ero un bambino pieno di voglia di fare, di studiare, di diventare. Da questa foto sono passati 35 anni. Fa impressione a pensarci ma ancora di più fa impressione scriverlo. il mio obiettivo ? il diploma di danzatore all'Opera di Tirana. Ricordo le lezioni alle 8 del mattino (7 giorni su 7) e il mio maestro (@ilirkerni ) che pretendeva che alle 8 fossimo già riscaldati. Che si faceva allora ? Vestiti da danza, alle 7 del mattino, una corsa di mezz'ora attorno al palazzo dell'Accademia. Spogliatoi e sala ballo senza riscaldamento. L'inverno a Tirana era freddissimo. Le vetrate avevano la brina e studiando ci usciva il fiato dalla bocca … Mai mi sarei aspettato tutto quello che è venuto dopo e che mi ha fatto diventare l'uomo che sono oggi. Sempre grato alla vita ! E grazie anche al freddo che mi ha temprato 😜 CHALLENGE: QUALE BIMBO SONO ? 😂

A post shared by Kledi Kadiu (@kledi) on

La carriera di Kledi Kadiu in Italia

Nato a Tirana nel 1974, Kledi ottiene il diploma di ballerino nel 1992. Comincia fin da subito la carriera da solista che lo avrebbe portato in Italia, notato dal maestro Carlo Palacios che lo indirizzò verso la televisione. La popolarità arriva nel 2006 quando, ad appena 22 anni, Kledi diventa uno dei volti più apprezzati del corpo di ballo di programmi quali Buona Domenica e Amici di Maria De Filippi. Numerosi sono i premi guadagnati durante la sua lunga carriera, riconoscimenti pregiati per chi come lui ha deciso di dedicare la sua vita alla danza.