Lucinda Cary, fidanzata di Nick Kamen da 15 anni, era con lui quando è morto alle 10.00 nella sua casa di Notting Hill, a ovest di Londra. Lucinda, regista e montatrice 46enne, figlia di Lucius Cary, il 15° visconte delle Falkland, nonché sorella di Alex Cary, sceneggiatore di serie di successo come Homeland, ha rilasciato delle forti dichiarazioni al MailOnline: "Nick era bello e incredibilmente gentile, un uomo straordinario, morto con molta dignità e rispetto". La donna era con la figlia Evie di 23 anni sul letto di morte del noto ex cantante e modello.

Sapeva di essere un malato terminale

Gli era stato diagnosticato un cancro incurabile solo tre anni fa e dal allora Nick Kamen aveva sempre avuto piena consapevolezza del triste destino che lo avrebbe atteso: "Nick era una persona incredibile", continua Lucinda, "è stato davvero stimolante stare con lui durante la sua malattia. Tante le emozioni negli ultimi tre anni, ma di sicuro non avrebbe potuto vivere con più rispetto e dignità".

Nick Kamen in una foto recente PH: Lucinda Cary IG
in foto: Nick Kamen in una foto recente PH: Lucinda Cary IG

Ha ricevuto le cure possibili all'Hammersmith Hospital e pare fosse anche molto legato a tutti i sanitari:

Amava l'ospedale , amava i medici, gli infermieri e tutti gli assistenti che si prendevano cura di lui. Ha apprezzato tutto ciò che il NHS ha fatto per lui e così anche il resto di noi. Lo sapeva da tre anni che sarebbe morto, ma non si è mai dispiaciuto per se stesso e ha vissuto la sua vita con incredibile fascino e coraggio. È stato molto stimolante stare con lui. Accettava molto la sua situazione e non si è mai stressato.

La fama lo aveva reso un uomo infelice

Lucinda Cary ha parlato di un funerale ristretto, previsto nei prossimi giorni, e ha rivelato di essere stata molto fortunata a vivere un pezzo di questa vita con un uomo come Nick Kamen. I due erano stati amici per molti anni prima che nascesse l'amore e la donna, ricordando i tempi in cui Nick aveva raggiunto la fama come modello e cantante, sposa a pieno la versione di un'altra ex fidanzata storica, Amanda de Cadenet, nel ritrarlo in uno dei momenti meno appaganti della sua vita e, in parte, anche infelici:

Non gli è mai piaciuto stare sotto i riflettori. Quando era  famoso ha vissuto il momento più infelice della sua vita. Ecco perché si è allontanato dalle scene e dai riflettori. Era felice di vivere una vita più privata e non gli piaceva essere al centro dell'attenzione.