È stata trovata morta nella sua casa in California la nota pornostar Jessica Jaymes. Secondo quanto riporta il sito TMZ, sarebbe stata un'amica ad allertare i soccorsi dopo averla trovata priva di sensi. Si era recata a casa sua dopo essersi preoccupata perché non riceveva sue notizie da qualche giorno.  Quando i soccorsi sono arrivati sul posto, la donna aveva già avuto un arresto cardiaco. È stata dichiarata morta prima di essere trasportata in ospedale. Pare che la Jaymes soffrisse di epilessia. Che cosa abbia provocato l’arresto cardiaco che avrebbe ucciso l’attrice hard non è stato ancora confermato. Il coroner della contea di Los Angeles ha fatto sapere che si sta ancora indagando per accertare le cause del decesso. Sarà l'autopsia a spiegare quanto è accaduto.

L’ultima foto postata da Jessica Jaymes

Jessica Jaymes aveva postato in rete la sua ultima foto solo sei giorni fa. Nello scatto appariva completamente nuda mentre una parrucchiera le stirava i lunghi capelli scuri. Nella didascalia dell’immagine aveva scritto: “Ho preso una breve vacanza di un paio di giorni. Vi amo tutti e mi scuso. Spero stiate vivendo il miglior momento della vostra vita sessuale”.

Chi era Jessica Jaymes

Nome d’arte di Jessica Redding, la Jaymes aveva cominciato a lavorare nel mondo del cinema softcore nel 2002. Prima della morte, aveva partecipato a oltre 200 film. Aveva inoltre recitato nel ruolo di se stessa in alcuni episodi della serie di Showtime "Weeds" e in "Celebrity Rehab Sober House". Nel 2017 aveva preso parte a due film diretti dal regista Miles Long. Jessica è stata la prima attrice a firmare un contratto in esclusiva con Hustler. Diversi sono i messaggi di cordoglio postati in rete dai colleghi che la descrivono come una donna dolce e generosa.