Non è stata affatto facile la vita di Aida Yespica, tra in concorrenti dell'edizione in corso del Grande Fratello Vip. La modella e showgirl venezuelana ha dovuto farei conti con un'infanzia povera, l'abbandono da parte della madre, la morte tragica del padre davanti ai suoi occhi. Ne ha parlato all'interno della Casa, sollecitata da Cristiano Malgioglio che già conosceva la sua storia.

La morte del padre di Aida Yespica

"In Venezuela viveva nella miseria assoluta", ha spiegato Malgioglio a Serena Grandi riferendosi alla Yespica (qui il video della conversazione), "Me lo raccontava anche all'Isola, dormiva per terra con gli scarafaggi". Aida e Cristiano hanno infatti condiviso l'esperienza dell'Isola dei Famosi, nella nona edizione, da cui è nato un ottimo legame tra di loro. Ecco perché il paroliere, in presenza della stessa Aida, non ha esitato a raccontare alla Grandi l'esperienza terribile della perdita del papà vissuta dalla giovane sudamericana, cresciuta con lui dopo l'abbandono da parte della madre.

Era tornata in Venezuela e voleva uscire con le amiche per raccontare l'esperienza in Italia. Suo papà le ha detto: "Non uscire, non sto bene". Lei gli promette di tornare presto, esce ma il padre la chiama, rantolando. Le è morto davanti.

Aida rifiutata dai suoi famigliari

Senza nascondere l'emozione, la Yespica ha proseguito il racconto, aggiungendo inoltre di essere stata rifiutata dai famigliari dopo la morte del genitore.

Io sono uscita correndo e gridando. Poi, nessuno della mia famiglia mi ha voluta, mi hanno buttato fuori di casa. Ho dovuto pagare il funerale e tornare in Italia.

Già in passato Aida aveva accennato all'infanzia difficile, parlando anche di un grave trauma non meglio specificato.

Aida Yespica abbandonata dalla madre, poi il perdono

Malgioglio si è infine complimentato con Aida per il suo coraggio a riprendere con sé la madre, che pure l'aveva abbandonata. "La madre è la madre", ha detto semplicemente la venezuelana. L'amico Cristiano non ha potuto che lodare il suo altruismo:

Sei stata abbandonata da lei, ti ha buttato via come uno straccio. Però l'hai ripresa e hai fatto bene, chissà come sarà pentita di quello che ti ha fatto. Devi esserne orgogliosa.

"Ho fatto tutto da sola. Sono venuta in Italia da sola, senza nessuno", ha concluso Aida con amarezza.