Lady Gaga ha ricevuto l'Artist Inspiration Awards della SAG-AFTRA Foundation, una no profit che premia gli artisti per essersi distinti in cause umanitarie di rilievo. In questa occasione, la Germanotta protagonista nei cinema con il film "A Star is born" ha parlato di un percorso fatto, un percorso durissimo. Ha spaziato per venti minuti parlando di suicidio e di malattia mentale.

Il discorso di Lady Gaga

Lady Gaga si è rivolta alla platea ricordando che le giovani generazioni sono quelle che soffrono di più di disturbi, credono che "la loro voce non valga la pena di essere ascoltata".

Oggi stiamo perdendo le giovani generazioni, ragazzi che non credono che la loro voce valga la pena di essere ascoltata, che il loro dolore non abbia fine e che i loro contributi non valgano abbastanza da smuovere la società. La nostra è una crisi di grandi proporzioni, enormi, la causa è l'incapacità da parte nostra di essere aperti e onesti riguardo la malattia mentale. Abbiamo bisogno di parlarne. Abbiamo bisogno di raccontare le nostre storie, così che la malattia mentale non marcisca nel buio

La fibromialgia di Lady Gaga

Un'altra malattia affligge da due anni la Germanotta: è la fibromialgia. Nota come la malattia invisibile, colpisce il 5% della popolazione. È un dolore a muscoli e legamenti, invalidante e può dar luogo ad ansia e depressione. La cantante è stata costretta ad annullare 18 date, tra cui una in Italia a Milano"Sono sempre stata onesta con le mie condizioni fisiche e mentali, per anni ho cercato di affrontarle a fondo". Grazie a Lady Gaga, si è acceso finalmente un riflettore su questa malattia che spesso considera "malati immaginari" chi ne soffre. Porta a una condizione davvero dura, rivoluziona la vita e comporta dolori alla colonna vertebrale, alle spalle, alle braccia, ai polsi, alle cosce e alle ginocchia. Gli antidolorifici comuni non funzionano con la fibromialgia, non esistono cure complete ed efficaci. In genere, si raccomanda un sonno corretto, esercizi e una dieta povera di grassi.