Conciliare il lavoro con la famiglia è ancora un'impresa per molte donne che devono barcamenarsi tra mille impegni, ed è quello che è accaduto anche ad una delle voci più riconoscibili della musica italiana, Laura Pausini, che si è trovata a raccontare un episodio accaduto nella giornata di ieri sul suo profilo Instagram e che l'ha particolarmente turbata.

Laura Pausini si apre con i suoi fan

Impegnata nell'organizzazione del tour con Biagio Antonacci, che partirà da fine giugno e toccherà varie città italiane, assorbita dalle prove è riuscita comunque a gestire i suoi impegni familiari, ma in seguito ad una giornata particolarmente faticosa, addormentatasi quasi alle prime luci dell'alba, non è riuscita a sentire la sveglia per poter andare alla recita della figlia Paola. La bambina avuta cinque anni fa dal chitarrista Paolo Carta. Su Instagram la cantante scrive un lungo post, dal quale emerge la sofferenza e il senso di colpa per non aver partecipato a questo evento così importante:

Oggi voglio raccontarvi una cosa un po’ personale che spesso non viene presa in considerazione per chi fa un lavoro come il mio perché si pensa sempre che tutto sia sempre facile e semplice per noi cantanti. Stamattina c’era la recita della mia Paola a scuola… in questi giorni di prove senza fine, sono riuscita ad accompagnarla alla recita di danza e all’incontro serale con tutte le classi, ma stamattina non sono riuscita a svegliarmi in tempo. Per me è stato un colpo al cuore e so che anche per lei è stato difficile non avere la sua mamma con sé.

I motivi della dimenticanza

Una delle voci più rappresentative del panorama musicale italiano, premiata con numerosi riconoscimenti nell'arco della sua carriera, ha voluto spiegare ai suoi fan, più di due milioni e mezzo su Instagram, quali siano state le cause di questa dimenticanza, ma soprattutto cosa abbia provato nel rendersi conto che non era stata al fianco della sua adorata bambina e continua il post scrivendo:

Da una decina di giorni vado a letto dopo le 3 di notte e ieri sera abbiamo finito più tardi del solito le nostre prove, così mi sono addormentata alle 5.30.
Le avevo anticipato che forse non ce l’avrei fatta stamattina, ma avevo comunque messo la sveglia per provarci perché ci tenevo tanto… Per mezz’ora di ritardo non ci sono riuscita. Mi sono sentita molto in colpa, perché anche se per fortuna lei sa che la mia priorità è essere la sua mamma, oggi ho commesso un errore accettando di lavorare fino a così tardi ieri notte. Questo mio bel mestiere è anche molto complicato, per me e per lei.

Il ringraziamento alla mamma

Il dover accettare la possibilità di non essere sempre presenti per i propri figli anche se lo si vorrebbe è un'idea non facile da mandare giù, soprattutto per chi ha desiderato tanto avere un figlio, come Laura Pausini che non ha mai nascosto la sua volontà di diventare madre. Ha voluto concludere questo lungo messaggio parlando a cuore aperto con coloro che si sono trovati nella sua stessa situazione, inoltre ha ringraziato pubblicamente la madre che l'ha sempre aiutata e supportata nei momenti di bisogno e che ha fatto le sue veci presenziando alla recita della piccola Paola.

Oggi voglio raccontarvi una cosa un po’ personale che spesso non viene presa in considerazione per chi fa un lavoro come il mio perché si pensa sempre che tutto sia sempre facile e semplice per noi cantanti. Stamattina c’era la recita della mia Paola a scuola… in questi giorni di prove senza fine, sono riuscita ad accompagnarla alla recita di danza e all’incontro serale con tutte le classi, ma stamattina non sono riuscita a svegliarmi in tempo. Per me è stato un colpo al cuore e so che anche per lei è stato difficile non avere la sua mamma con sé. Da una decina di giorni vado a letto dopo le 3 di notte e ieri sera abbiamo finito più tardi del solito le nostre prove, così mi sono addormentata alle 5.30. Le avevo anticipato che forse non ce l’avrei fatta stamattina, ma avevo comunque messo la sveglia per provarci perché ci tenevo tanto… Per mezz’ora di ritardo non ci sono riuscita. Mi sono sentita molto in colpa, perché anche se per fortuna lei sa che la mia priorità è essere la sua mamma, oggi ho commesso un errore accettando di lavorare fino a così tardi ieri notte. Questo mio bel mestiere è anche molto complicato, per me e per lei. So che tante persone per lavoro non possono essere presenti a questi eventi dei nostri figli. In questi casi potrete capire come mi sono sentita stamattina, piangendo tutte le lacrime… Vorrei ringraziare pubblicamente la mia mamma, perché mi aiuta tutte le volte che abbiamo bisogno. E avere la presenza di un genitore, anche in questo, caso è una benedizione. Nella prima foto vedete Paola abbracciata alla sua nonna adorata. E poi vorrei ringraziare le mamme dei compagni di classe di Paola che mi hanno mandato foto e video. Paola è in una classe di 14 bambini stupendi. Grazie Manuela, Anita, Chiara e Claudia 🌷 Grazie anche a @biagioantonacci che stamattina mi ha scritto cose bellissime e mi ha aiutata a sentirmi più serena. Sto andando alle prove con lui ora, stasera facciamo la prova generale. E stasera Paola la porto alle prove con me. ❤️

A post shared by Laura Pausini Official (@laurapausini) on