10 Settembre 2014
15:55

Le 10 leggende che hanno fallito prima di entrare nella storia

“Giocando s’impara e sbagliando s’inventa”, quante personalità importantissime per la storia della nostra umanità hanno miseramente fallito prima di diventare leggenda, da Isaac Newton fino a Bill Gates.

Giocando s'impara e sbagliando s'inventa, il motto di Gianni Rodari diventato un proverbio comune a tutti. Quante volte bisogna impegnarsi nel riuscire a fare qualcosa di utile, quante volte si fallisce. Troppo spesso ci si ferma alla prima difficoltà e, quando si vede di non riuscire a trovare la via del successo, si abbandona miseramente ogni tipo di progetto. Pensate cosa sarebbe successo alla storia della nostra umanità se personalità del calibro di Isaac Newton, Walt Disney o Bill Gates, si fossero fermate al primo ostacolo. Probabilmente non saremmo mai riusciti ad essere gli stessi.

E proprio il caso di Isaac Newton è quello cronologicamente più lontano a noi. Pensate che il buon Isaac non era destinato a diventare uno degli scienziati più importanti della nostra storia, ma era invece promesso alla carriera di contadino. Perso il padre, sua madre si risposò con un uomo che Isaac odiò da subito e che pochi anni dopo morì, lasciando alla sua famiglia un'eredità grande al punto da potersi permettere gli studi. Ma la madre lo costrinse ad abbandonarli per accudire i campi e si rivelò un pessimo agricoltore. Curioso che fu una mela caduta sulla testa ad aprirgli un mondo. Vincent Van Gogh è invece uno di quelli che è diventato famoso "postumo", dato che l'unico dipinto che è riuscito a vendere in vita è stato quello ad un amico.

Tra i fallimenti incredibili figura anche Charles Darwin, considerato dai professori come uno studente medio. Infatti rinunciò ad una carriera in medicina e stava lasciando gli studi per diventare un pastore. Poi sappiamo tutti come è andata a finire! Winston Churchill fallì la Sixth Grade, l'ultimo anno che introduce poi alle Middle Class. Sono famosi i rifiuti di numerosi produttori a Charlie Chaplin, ritenuto troppo criptico per essere compreso. Comico anche il fallimento di Walt Disney, licenziato dal direttore di un giornale perché accusato di "scarsa fantasia e poche idee".

Il nome di Harland David Sanders potrebbe non dirvi nulla, perché forse lo conoscete meglio come il vecchietto di "Kentucky Fried Chicken". Dovete sapere che il "colonnello" ha ricevuto un rifiuto da più di 1000 ristoranti, prima di partire con la sua produzione di pollo fritto (il più buono d'America, oggi). "Non andrai mai da nessuna parte, ragazzino", gli dissero così i proprietari di un locale ad Elvis Presley, dopo un'esibizione. Ed avviciniamoci ad i giorni nostri e pensiamo a Bill Gates e all'impero che ha creato grazie a Microsoft. Prima di tutto questo, c'era "Traf-O-Data", una società creata con Paul Allen, suo amico e futuro co-creatore dell'azienda di Windows. Tutto fallì miseramente. Ed ancora nel mondo tech, Akio Morita, attuale presidente Sony, prima di brevettare il Walkman, le VHS e i Blu-Ray, prima di tirare fuori dal cilindro la PlayStation, vendeva fornelli per il riso. Fortunatamente per noi, si è trattato di un periodo davvero molto breve. Dunque, non disperate, se non riuscite in qualcosa provate a perseverare: magari verrà fuori che siete proprio voi i Bill Gates, i Newton o i Chaplin di domani.

“Clown”, la leggenda del pagliaccio assassino
“Clown”, la leggenda del pagliaccio assassino
“La metamorfosi del male”, la leggenda del lupo mannaro diventa realtà
“La metamorfosi del male”, la leggenda del lupo mannaro diventa realtà
Il dramma di Rocco Pietrantonio: "Ho fallito come padre, cerco lavoro”
Il dramma di Rocco Pietrantonio: "Ho fallito come padre, cerco lavoro”
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni