Può apparire un paradosso che nel circoletto delle star, la cosiddetta aupper class dei vip, non ci si conosca tra membri della stessa cerchia e, di conseguenza, non ci si accoppi per lo stesso criterio. Pare così assurdo che, naturalmente, le coppie più rinomate dello star system sono proprie composte da due star che anche prima dell'unione vivevano di vita propria, indipendente alla combinazione amorosa. Esempio assoluto sono, naturalmente, due come Brad Pitt e Angelina Jolie, convolati a nozze solo qualche mese fa, in gran segreto, che di figli ne hanno avuti sei e la cui stabilità di coppia non accenna nemmeno lontanamente ad assopirsi.

Ma ci sono altri esempi, singolari ma non meno significativi, all'estero come in Italia, che invece segnano una discontinuità rispetto alla logica del matrimonio tra membri della casta: esistono cioè alcuni vip che di sposarsi con i loro "simili" non hanno la benché minima intenzione. Gli esempi ficcano e spaziano dalla televisione alla musica, anche se i più illustri li trovi nel mondo del cinema, dove alcuni personaggi decisamente noti hanno deciso di unirsi in matrimonio, o semplicemente in una coppia, con un personaggio che con il loro contesto socio culturale avesse poco a che fare. O meglio, che tutto fossero, fuorché celebri.

L'elenco si allunga se si pensa a coppie come quella formata da Anne Hathaway e Adam Shulman, il principe William e Kate Middleton, artefici del parto più seguito della storia dei media, probabilmente, ovvero quello del piccolo George. E ancora Drew Barrymore e Will Kopelman, Jessica Alba e Cash Warren, Matt Damon e Luciana Barroso o ancora, quella di un altro attore, Tobey Maguire con Jennifer Meyer. Insomma, tanti nel mondo dello spettacolo d'oltreoceano, senza dimenticare che pure dalle nostre parti i casi non sono isolati, perché Martina Stella e il suo Gabriele Gregorini, così come l'eterna Antonella Clerici e Eddie Mertens, non possono non essere citati.