Mino Magli è il presunto ex fidanzato di Elisabetta Gregoraci. Lo stilista e imprenditore sostiene di aver avuto una storia con la showgirl prima che conoscesse Flavio Briatore e confessa che lei lo avrebbe tradito con lui fingendo che tra loro ci fosse solo amicizia. Magli è già intervenuto a tal proposito nel salotto di Barbara d'Urso per mostrare una lettera in cui Elisabetta faceva un chiaro riferimento al contratto che in seguito avrebbe firmato con Briatore. Non contento, l'ex compagno è tornato alla carica e, intervistato dal settimanale Oggi, ha sganciato altre scottanti rivelazioni.

Le presunte bugie di Elisabetta Gregoraci

Nel numero di Oggi in edicola mercoledì 18 novembre, Mino Magli torna ad attaccare Elisabetta Gregoraci e il suo passato sentimentale. "Ricordo tutte le bugie", rivela Magli che sarebbe stato il compagno della Gregoraci 13 anni fa. Oggi, a distanza di tanto tempo, vorrebbe un confronto con lei, per chiarire tutti i nodi irrisolti di allora: "L'unico mio intento è quello di ottenere un confronto con Elisabetta per guardarla negli occhi e chiederle per quale motivo ha mentito senza pudore durante il nostro rapporto…". E confessa un retroscena, che lancia ombre sul passato sentimentale di Elisabetta:

Ricordo molto bene il periodo quando Flavio era ricoverato in una clinica a Roma, zona Parioli, quando Eli pur vestendo gli abiti da dedita crocerossina, non appena varcava la soglia di uscita dalla clinica mi chiamava euforica e al grido “finalmente sono liberaaaaaa“ si precipitava tra le mie braccia per trascorrere tutta la notte insieme. ​Ricordo anche bene il caso Vallettopoli. Fui io ad accompagnarla a Piazza­le Clodio, ed anche in quella occasione mentì spudoratamente negando ogni tipo di coinvolgimento… peccato che poi vennero fuori le note intercettazioni.

Magli: "Tradito due volte da Elisabetta"

D'altronde già qualche settimana fa l'imprenditore era intervenuto sulle pagine del settimanale per confessare i tradimenti che avrebbe subito da parte di Elisabetta. "Mi sento tradito due volte", aveva spiegato. "Il primo tradimento è quello fisico e sentimentale, quello alimentato e nutrito dalle tue menzogne ogni qual volta… asserivi che tra te e Flavio non vi era che una semplice amicizia… Il secondo, quello che brucia a distanza di 13 anni, il peggiore in assoluto, è quello di aver partecipato ignaro a un piano da te abilmente studiato a tavolino, un piano che mi ha reso complice delle tue menzogne quando ripetutamente mi rinnegavi spacciandomi per il fidanzato di tua cugina". L'ex compagno infatti l'ha attaccata senza mezzi termini e, anche a distanza di 13 anni, sembrano esserci ancora i malumori di un tempo: "Avrei compreso tutto, anche la sua sfrenata voglia di affermarsi, quello che invece non posso comprendere sono gli atteggiamenti seriali che continua a mettere in campo nascondendosi dietro un vittimismo che non può ostentare".