Una storia emozionante è stata raccontata dalla trasmissione brasiliana "Hora do Faro": l'anchorman Rodrigo Faro ha intervistato Loemy Marques e la sua straziante storia di dipendenza da crack ha scioccato il Brasile. Nel paese sud americano sono purtroppo all'ordine del giorno notizie che vedono protagoniste persone dipendenti da sostanze stupefacenti e disposte a tutto pur di procurarsi una dose; il racconto di Loemy, ancora una volta, ha portato alla luce uno dei problemi principali del paese carioca, ovvero il crack che miete vittime giorno dopo giorno. Tra le vittime anche una bella, bellissima ragazza come la Marques: ex modella con un avvenire roseo davanti a sé, tanto da aspirare a diventare la nuova Gisele Bundchen del Brasile, a 24 anni ha confessato in diretta tv le sue debolezze, in primis la dipendenza dal crack, e ha mostrato il suo nuovo volto che porta i devastanti segni della droga assunta in dosi massicce.

Già protagonista di uno straziante servizio fotografico che la immortalava in quella che viene definita "Cracolândia", la zona che interessa le strade di São Paulo quali Duque de Caxias, Ipiranga, Rio Branco, Cásper Líbero e rua Mauá in evidente stato confusionale, Loemy è attualmente la protagonista di un cammino verso la guarigione ripreso dalle telecamere.

Come è iniziata la dipendenza da crack di Loemy Marques

Le foto del "prima e dopo" di Loemy sono state esposte in copertina sulla rivista "Veja São Paulo", i cui fotografi hanno individuato la bellissima ex modella mentre si aggirava per le strade di Cracolândia, nel centro di São Paulo: secondo i giornalisti la bionda, con occhi verdi e alta 1,79 cm, era in grado di fumare anche cinque pietre al giorno e si procurava i soldi con la prostituzione. Era arrivata nella megalopoli brasiliana da un piccolo paese del Mato Grosso nel 2012 e dopo qualche lavoro sulle passerelle e un futuro radioso davanti a sé, era stata licenziata. Stando alle parole del manager che gestiva la 24 enne, Celio Pereira: "Era stata chiamata, ha iniziato il lavoro ma dopo un po' l'hanno licenziata. Le mancava quel certo "fuoco" e soprattutto non aveva disciplina".

Loemy finita a vivere a Cracolândia

Intervistata dai giornalisti di "Veja São Paulo", Loemy è stata in grado di riferire il giorno esatto in cui ha iniziato a drogarsi, 15 Settembre 2012, alle ore 4.00: "Ero su un taxi e invece di andare dritto a casa, chiesi al tassista di svoltare e andare accanto alla piazza Julio Prestes, dove ero sicura che avrei potuto procurarmi la marijuana". Da quel momento la sua vita è totalmente cambiata e nel 2013 ha rifiutato il ricovero in ospedale e il trattamento di riabilitazione che le era stato consigliato nel CRATOD – "Centro di riferimento per alcol, tabacco e altre sostanze", situato nel distretto di Bom Retiro. All'epoca la ex modella non accettò di essere ricoverata e non aderì al trattamento.

Una possibilità di guarigione per la Marques

Aver sfilato per le passerelle più prestigiose del suo paese non le ha purtroppo impedito di scivolare nella dipendenza da crack, ma oggi le è stata offerta l'opportunità di cambiare vita: il suo volto è stato riconosciuto dai produttori della trasmissione tv "Hora de Faro". Loemy ha ricevuto la proposta dall'emittente televisiva di raccontare il suo dramma ed è stata infine convinta a ricoverarsi presso una clinica specializzata a São Paulo. Ai telespettatori Loemy è riuscita a dire: "Ero bella fuori, ma non sto bene dentro. Non vedevo l’ora di entrare in clinica". Tutti gli step della sua riabilitazione saranno seguiti in diretta tv: dalla seduta dallo psicologo al dentista, passando per il parrucchiere e il nutrizionista. Con una certa lucidità la ex modella è riuscita a raccontare la sua dipendenza: l'unico momento di cedimento emotivo è stato rivedere e abbracciare sua madre. Il cammino è ancora molto lungo ed è in divenire: non resta che aspettare e sperare che la bella ed ex aspirante Gisele riesca a ritrovare quel "fuoco" che il crack ha spento sul suo volto.