56 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Loredana Errore: “I miei genitori naturali non sono morti in un incendio”

La cantante ha smentito l’insistente voce che è circolata sul suo passato sin dalla sua partecipazione alla nona edizione di Amici.I suoi genitori naturali non sono morti in un incendio. Preferisce, però, non rivelare se siano ancora vivi.
A cura di D.S.
56 CONDIVISIONI
Immagine

Loredana Errore fu una delle protagoniste della nona edizione di Amici. Sin dalla sua prima apparizione in tv, iniziò a circolare la notizia secondo la quale, la cantante avrebbe perso i suoi genitori naturali in un incendio. In rete, infatti, è possibile trovare diverse biografie o articoli su di lei, che recitano:

"Nata a Bucarest, viene adottata a pochi mesi di vita da una famiglia di Agrigento, ma per questioni burocratiche viene loro affidata all'età di due anni. Fino ad allora vive nell'orfanotrofio di Bucarest, dove fu inserita in seguito alla morte dei genitori naturali avvenuta a seguito di un incendio in cui Loredana Errore riportò delle ferite alle braccia e alle gambe di cui ancora oggi porta i segni".

Intervistata dal settimanale "Visto", però, Loredana Errore ha smentito la veridicità di questa vicenda.

"Non è vero che i miei genitori naturali sono morti in un incendio, come invece hanno riportato alcuni giornali. Sono ancora vivi? Preferisco non rispondere a questa domanda. Se un giorno ne avrò la possibilità, mi piacerebbe ringraziare mia madre per avermi messo al mondo. Pur avendo vissuto una situazione di abbandono, io non ce l’ho con lei. Anche perché grazie ai miei genitori adottivi ho avuto una vita bellissima: loro mi hanno fatto scoprire che l’amore per il prossimo non ha confini. I miei mi hanno cresciuta nel dialogo, nel confronto e nella libertà".

Nel corso della chiacchierata, ha anche parlato dell'incidente che ebbe a settembre del 2013 e che destò grande preoccupazione tra i suoi fan:

"Sono rimasta paralizzata dal collo in giù. Per sette mesi non ho camminato e sono stata costretta a usare la sedia a rotelle. All'inizio i medici pensavano che non ce l'avrei fatta a riprendere l'uso delle gambe. Ma poi fortunatamente le dita dei piedi hanno ricominciato a reagire. Così, poco a poco il mio corpo ha ripreso a risvegliarsi, giorno dopo giorno. Certo è stato un percorso molto lungo: l’ultimo ricovero infatti è stato il 24 febbraio. E tutt’ora continuo a fare fisioterapia. Se oggi sono in piedi è un vero miracolo. Rispetto ad altre persone sono stata fortunata. In ospedale ho visto tante situazioni irreversibili".

Infine, ha svelato che attualmente è single e che la sua ultima relazione- durata tre anni – risale a prima dell'incidente.

56 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views