Ha impiegato mesi Lory Del Santo per tentare di darsi una spiegazione per la morte di Loren, il figlio 18enne mancato nell’agosto del 2018. Ospite a La vita in diretta, la showgirl ha accettato di aprire i cassetti dei ricordi e ha raccontato di avere inseguito a lungo la pace interiore, quella che le avrebbe concesso di superare questa vicenda terribile, o almeno di farlo quel tanto sufficiente che le avrebbe consentito di andare avanti. Due sono i figli che Lory ha perso, un colpo troppo duro per qualsiasi genitore. Il modo in cui è morto Loren, poi, è uno tra quelli più terribili per chi resta.

La ricerca della pace

Un po’ di pace Lory è riuscita a trovarla quando ha metabolizzato che Loren, morto suicida a nemmeno 20 anni, non ha potuto opporsi al male che lo consumava. “La cosa che mi ha consolato è che era un destino questa volta deciso dalla natura, non è stato un destino che ha deciso lui” confessa la Del Santo “Ogni persona ha una durata, la sua durata era quella! Io non lo sapevo e  chiaramente mi ha stupito”.

Aveva già detto addio al piccolo Connor

Lory aveva già dovuto dire addio al piccolo Connor, morto in circostanze tragiche quando aveva solo 4 anni. Il bambino era nato dalla relazione con Eric Clapton. A Francesca Fialdini, a proposito di quel figlio perduto, confessa: “Ricordi che a volte è meglio non ricordare”. Come accaduto con Loren, anche Connor è una ferita aperta nel cuore di mamma Lory, un lutto “impossibile da superare ancora oggi”. A sostenere la Del Santo il compagno Marco Cucolo che ha vissuto la perdita di Loren con la stessa enfasi sperimentata dalla fidanzata. A quel ragazzino schivo e timido era profondamente legato. Con coraggio, entrambi hanno cercato di ricostruire la loro vita a partire dai cocci di quell’esistenza infranta.