Foto LaPresse
in foto: Foto LaPresse

A quasi una settimana dall'inizio del suo nuovo programma televisivo "A raccontare comincia tu", in onda a partire da giovedì 4 aprile su Raitre, la conduttrice Raffaella Carrà è stata colpita da un grave lutto. È morta improvvisamente, così come riportato dal Resto del Carlino, all'ospedale di Rimini dove da più di un mese era ricoverata a seguito di alcune complicazioni dovute ad una polmonite, la cugina Nadia Masacci. Il decesso è avvenuto nella mattina di Lunedì 25 marzo.

Le parole commosse del nipote di Raffaella Carrà

Come fa sapere Dino, il figlio di Nadia Masacci, proprietaria di un esercizio commerciale, i cui funerali si terranno oggi a Bellaria, città dove la donna risiedeva, Raffaella Carrà, impegnata nella capitale nelle registrazioni del suo nuovo programma televisivo, ha commissionato per l’adorata cugina quattro grandi composizioni floreali a forma di cuore. "Ha fatto tutto fino all’ultimo, ha dichiarato l'uomo, tenendo aperto il negozio sino al mese scorso. Il negozio proseguirà la sua attività con mia sorella Livia, guai se ci venisse in mente di chiudere. ‘La mia piazza deve rimanere illuminata’, diceva sempre nostra mamma".

Il ritorno in tv con "A raccontare comincia tu"

Dopo le esperienze televisive di "The Voice of Italy" e "Forte Forte Forte", la Raffa nazionale ritorna in tv con un programma di interviste prodotto dalla Ballandi, durante il quale farà delle chiacchierate con dei personaggi che hanno segnato la storia del mondo del cinema, dell'arte, della musica, dello sport e della televisione. Secondo le indiscrezioni fornite da "Lo Specialista", il primo ospite dei cinque appuntamenti di "A raccontare comincia tu", titolo che richiama un suo grande successo musicale "A far l'amore comincia tu", è il mattatore Fiorello. Poi Sophia Loren, Riccardo Muti e un calciatore misterioso della Juventus. Tanta attesa anche per l'intervista della regina della tv Maria De Filippi, un incontro che sancisce la pace televisiva tra le due storiche nemiche/amiche.