Non è un momento facilissimo per Giovanni Ciacci, che deve fare i conti con brutti strascichi del Covid e per giunta di recente è stato vittima di un malore. Il costumista deve ringraziare Adriana Volpe se i paramedici sono intervenuti per soccorrerlo: lo stesso Ciacci, che com'è noto collabora con la Volpe a Ogni mattina su La7, ha raccontato cos'è accaduto in un'intervista a Nuovo.

La telefonata con Adriana Volpe che lo ha salvato

Ciacci era infatti impegnato in una conversazione telefonica con la conduttrice, quando si è sentito male. Lui era a casa da solo, nella sua abitazione a Milano: "Adriana Volpe è stata la prima a intuire che qualcosa non andava in me. Qualche giorno fa sono svenuto mentre parlavamo al telefono. Adriana ha mandato i soccorsi. Le sarò sempre grato". Era fine novembre, quando Ciacci faceva sapere di aver contratto il coronavirus. Giovanni spiegò di averlo preso in una forma leggera e priva di sintomi, ma purtroppo il virus ha lasciato in lui segni indelebili ai polmoni, pregiudicando un capitolo importante della sua carriera.

Giovanni Ciacci non potrà fare l'Isola dei Famosi

Ciacci era infatti in pole position per partecipare all'Isola dei Famosi, che prende il via il 15 marzo nonostante la pandemia globale. La sua partenza per l'Honduras è stata bloccata perché Ciacci non ha superato le rigide visite di controllo, che chiedono un perfetto stato di salute a fronte delle difficili condizioni in cui sono chiamati a vivere i naufraghi. Lo aveva spiegato qualche giorno fa a Pomeriggio 5.

Mi hanno scoperto una fibrosi polmonare e delle anomalie polmonari, una minore capacità respiratoria, scarsa forza dei muscoli respiratori e delle bruttissime cicatrici sui polmoni […] Io ero asintomatico ed ho riportato tutte queste cose come conseguenze. Io non avevo neanche la tosse, solo un po’ di affaticamento […] I medici mi hanno spiegato che anche questa è una conseguenza del Covid che ti lascia per 9-12 mesi.